Raccordo da Incubo, 50minuti per percorrere pochi chilometri: altri lavori tampone, sale la rabbia

L'Anas finisce di nuovo nel mirino: le buche si riaprono con un po' di maltempo. E' un calvario il tratto da Ellera a Madonna Alta

Puntuale, con l'inverno, o a pochi mesi dopo l'ennesimo rattoppo, torna Raccordo da Incubo. Non è una trasmissione televisiva ma è la triste realtà riandata in onda questa mattina sul tratto Perugia-Bellotte all'altezza tra il capoluogo e Corciano. Un nuovo cantiere Anas si è reso indispensabile per andare a coprire quelle buche, dei veri e propri crateri, che si sono formate - era stato rifatto l'asfalto da poco -  per il maltempo. Solo per questo? Probabilmente no. 

Raccordo da incubo, code e disagi per i lavori: "Cantieri solo di notte e nei fine settimana"

Sui social fioccano le analisi di chi quella strada la percorre tutti i giorni:  "Mi raccomando cara Anas compartimento di Perugia, continuiamo a tappare le buche mettendo il catrame direttamente sui ferri di tenuta della soletta. Il risultato è ottimo e soprattutto a norma di legge". "Sono solo stati fatti male la prima volta due anni fa. Tecnici,e non leoni da tastiera, affermano che l’errore iniziale porterà sempre queste conseguenze se non si rifà tutto daccapo. La domanda è.... ma chi doveva vigilare la prima volta dove era?". 

Raccordo Perugia-Bettolle, nuovi lavori Anas sul viadotto Genna

E ancora: "nel cavalcavia del genna ci sono buche enormi, pericolosissime ,che ricaschiano di provocare danni o incidenti gravi....ogni volta che piove si riaprono dopo essere state solo tappate con del catrame ...sono due anni che succede e per di più dopo aver speso fiori di soldi per rifare la carreggiata". E' forte il sospetto che tutte queste buche che si riaprono pericolosamente non siano solo il frutto dell'inevitabile maltempo. Al gestore Anas dunque si rivolgono in molti per avere spiegazioni.

La certezza è che oggi da questa mattina, a secondo del traffico, dopo la chiusura delle corsie per lavori, ci vogliono dai 30 ai 45 minuti, per raggiungere da Ellera il quartiere perugino di Madonna Alta. Tanto stress per pochi chilometri di strada. Per evitare file si poteva lavorare di notte? E' una delle domande più gettonate sui social rivolte all'Anas che nella nota di annuncio dell'apertura di cantiere non ha spiegato il motivo di questa scelta concentrata nel classico orario d'ufficio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 28 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento