Questura di Perugia declassata e tagli agli agenti? Altra smentita dopo quella del Governo. "La verità è questa...."

La risposta della Giunta all'interrogazione del Pd che aveva ripreso il grido d'allarme sollevato dal neo segretario del Bocci

Il primo a parlare di declassamento della Questura di Perugia fu il segretario del Pd  Gianpiero Bocci che in chiave anti-Lega voleva smontare sul nascere le promesse di maggiore sicurezza a Perugia da parte del ministro degli interni Matteo Salvini. Poi fu la volta dell'interrogazione urgente del gruppo Pd in Comune dove si chiedeva all’amministrazione spiegazioni sul presunto “declassamento” della Questura di Perugia e sulla conseguente riduzione di organico delle forze dell’ordine.

Dopo le smentite dal Ministro Salvini, dal sottosegretario Candiani, l'arrivo di 28 unità di Polizia per l'Umbria, arriva anche la smentita della Giunta che ha risposto alla interrogazione del Pd: "Si tratta di una riqualificazione e non di un  declassamento. Tenute fuori, per evidenti motivi, le città di Roma, Milano e Napoli, le restanti 103 questure sono state posizionate in relazione all’indice ottenuto, in una graduatoria che ha portato alla ridefinizione dell’assetto generale. Per nessuna questura è stato previsto un organico  inferiore a quello presente a dicembre 2016, il che significa che nessun ufficio ha subito  tagli del personale rispetto alla stessa data". 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 28 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento