Quei buxi fanno due volte lo stesso percorso e abbandonano alla loro sorte gli anziani del Borgo Bello

Si alza la protesta e c'è chi chiede di ripristinare orari e percorsi precedenti

Quei buxi (Z20 e Z21) fanno due volte lo stesso percorso e abbandonano alla loro sorte gli anziani del Borgo Bello, ormai tagliati fuori dal servizio.

La polemica è al calor bianco, gli animi si scaldano e la città attende una risposta improntata a buon senso.

“Ma come – si dice – che senso ha fare per due volte lo stesso percorso e approdare, in entrambi i casi, a piazza Cavallotti?”.

È “communis opinio” che chi decide abbia preso una sonora cantonata. “Aver cambiato il percorso dello Z 21 è una follia”, si dice in coro.

Ed, effettivamente, buone ragioni militano a favore del ripristino dello “status quo ante”, ossia: sarebbe bene rimettere le cose come stavano.

È stata abolita la linea U, è vero, con una quota di risparmio. Ma lo Z 21 potrebbe continuare a servire corso Cavour che è ormai abbandonato. Non è un caso che i numerosi anziani della zona non si vedano più in centro storico. Condannati a fare la muffa davanti alla tv. C’era chi andava al Mercato Scoperto di piazza del Circo per fare un po’ di spesa di pesce, frutta e verdura, venduta direttamente dai produttori. Chi veniva in centro per fare un giretto. Prima di tutto se ne accorgono i conducenti.

Una proposta di buon senso viene proprio dagli autisti che conoscono la situazione meglio di qualunque cervellone che decide “a tavolino”.

Dicono, con voce unanime: “Occorre ripristinare il capolinea in piazza Italia”. E aggiungono, con dovizia di esempi, che si potrebbero allungare di un po’ i tempi di passaggio, ma Sant’Erminio sarebbe ancora nel percorso per ben due volte e Corso Cavour potrebbe rientrare in gioco.

“È inutile indorare la pillola o dire balle – affermano – corso Cavour è restato privo di servizio”.

Concordano nel rilevare: “Il passaggio in via della Sposa è lungo, superfluo e dispendioso. Non c’è un solo utente che salga e ce n’è, eccezionalmente, uno solo che scende in tutta la giornata. Che senso ha mantenerlo? Senza contare che la strada stretta, le vetture parcheggiate sulla destra, l’inutile passaggio per San Francesco e via Alessandro Pascoli, rendono vane le ragioni di questo tragitto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ragioni “ragionevoli”, le loro. Ma si troverà chi è disposto ad ascoltarli? Intanto, un dato è certo: lo sbigliettamento nello Z 21 è crollato. La circostanza sarà pur riconducibile a una causa!

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Perugia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, ordinanza della presidente Tesei: lezioni a distanza alle medie e alle superiori, stop allenamenti e niente Halloween

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 28 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento