rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Attualità

Premio musicale Giuseppe Allegrini. Il figlio Sandro, nostro collaboratore, ce ne spiega le motivazioni

Iniziativa pensata in occasione del compimento del compleanno virtuale dei cento anni, con l'intenzione di non interrompere il filo rosso che lega gli amanti della cultura e della musica con i giovanili talenti, oggi avviluppati dentro mille difficoltà

Un premio per ricordare Giuseppe Allegrini. È quanto ha voluto il nostro collaboratore e amico Sandro Allegrini, il quale in questa intervista ci spiega le motivazioni che lo hanno indotto a istituire il premio Giuseppe Allegrini.

Dichiara: “Ho deciso di istituire un premio alla memoria di mio padre, Giuseppe Allegrini (Pino), per non interrompere il filo rosso che lega gli amanti della cultura e della musica con i giovanili talenti, oggi avviluppati dentro mille difficoltà”.

Ci sono motivi particolari?

“A seguito della pandemia, per i giovani sono diminuite le opportunità di guadagno e di esibizione. Un premio, dunque, che sovvenga – sebbene con gli inevitabili limiti – a questa doppia necessità”.

Cosa lega il ricordo di tuo padre alla musica?

“Mi sembrava doveroso ricordare la passione musicale di mio padre, portatore di un’attitudine che si espresse in banda nel ruolo di primo bombardino”.

Quale il suo percorso biografico?

“Ufficiale di carriera, ferito in guerra e poi sarto di raffinatissimo gusto, si vide recidere da una sorte crudele il filo dell’esistenza all’età di soli 49 anni. È per questo che, nell’occasione del compimento del suo compleanno virtuale dei cento anni, ho voluto ricordarne l’irrinunciabile presenza. Pur nell’assenza”.

Il premio diverrà ordinario?

“Certamente, a cadenza annuale. Non si fa mai troppo per aiutare i giovani e promuovere la cultura”.

A chi andrà il premio?

“A una straordinaria giovane pianista ucraina, Maria Ponomaryova. È iscritta al biennio superiore di pianoforte presso il Conservatorio “F. Morlacchi" di Perugia nella classe del professore Stefano Arnaldi”.

Dove, come e quando si svolgerà l’evento?

“Martedì 12 ottobre, Aula Magna di Palazzo Gallenga, alle 18:00. L’ingresso è libero e gratuito (con green pass). Maria suonerà due Notturni di Chopin e due movimenti della Sonata n. 28 di Rachmaninov. Un programma stellare”.

Vuoi aggiungere altro?

“Voglio ringraziare i Maestri Stefano Ragni e Salvatore Silivestro, l’Agimus e il rettore della Stranieri per l’opportunità che mi hanno offerto”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Premio musicale Giuseppe Allegrini. Il figlio Sandro, nostro collaboratore, ce ne spiega le motivazioni

PerugiaToday è in caricamento