menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Primo Maggio, il grido dei lavoratori: "Sedici morti in un anno, una scia di sangue inaccettabile"

Manifestazione dei Sindacati anche a Norcia, Ciavaglia (Cgil) "Non dimentichiamo i terremotati, ma serve un impegno per interrompere la scia di sangue"

Sarà la sicurezza sul lavoro, il tema al centro delle celebrazioni per il primo Maggio. "Nel 2017 la nostra regione ha registrato 16 morti sul lavoro - afferma Filippo Ciavaglia, segretario generale della Cgil di Perugia - tra le quali diverse per cadute dall’alto, un dato assolutamente inaccettabile e che richiama tutti gli attori istituzionali, politici e sociali ad un impegno straordinario per interrompere la scia di sangue. Anche per questo la ricostruzione,che  ormai speriamo avviata verso una concreta realizzazione, necessita di regole e controlli stringenti. Non a caso - conclude Ciavaglia - insistiamo da tempo nel chiedere applicazione del Durc con congruità, garanzia di legalità e quindi di sicurezza”.

E il tema della sicurezza - intesa in senso più ampio, quindi anche da un punto di vista sociale ed occupazionale - è un tema centrale nel percorso congressuale avviato dalla Cgil di Perugia. Percorso che vedrà una tappa importante, a chiusura del ciclo di assemblee che hanno coinvolto nei vari settori circa 1000 delegate e delegati, il prossimo mercoledì 2 maggio, quando si terrà l’assemblea generale della Camera del Lavoro di Perugia, alle ore 9.30 presso la sala Conti della Cgil di Perugia, alla presenza della segretaria nazionale Tania Scacchetti. 

Ma non finisce qui perché quest’anno, i sindacati Cgil, Cisl e Uil vogliono essere vicine alle popolazioni terremotate in occasione della festa dei lavoratori 2018. Il Primo Maggio, infatti, tra le numerose piazze nelle quali si svolgeranno le iniziative promosse dai sindacati (17 in provincia di Perugia) ci sarà anche Norcia. Appuntamento alle ore 17.30, a Porta Ascolana, dove tra gli altri interverrà il segretario generale della Cgil di Perugia, Filippo Ciavaglia.

“Norcia e tutti i territori terremotati continuano ad essere una priorità nella nostra attività sindacale - afferma Ciavaglia - tanto è vero che, come Cgil, siamo in procinto di inaugurare la nostra nuova sede, nei pressi di Porta Ascolana. Un luogo - precisa Ciavaglia - che oltre a offrire servizi e assistenza sindacale a tutta la popolazione, dovrà anche essere un punto di incontro, uno spazio comune a disposizione della città e del territorio”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento