menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Prevenzione di emicrania e maculopatia, oltre 1600 umbri aderiscono agli screening di Federfarma Umbria

Le iniziative hanno portato a monitorare la salute di circa 1600 cittadini, con risultati importati. Resta fondamentale la prevenzione

Emicrania e maculopatia, quanti umbri ne soffrono? Negli scorsi mesi Federfarma Umbria ha adertito alle campagne nazionali ‘Emicrania, non un semplice mal di testa’ e ‘Maculopatia, mettiamo a fuoco il problema insieme’, realizzate con il patrocinio di Regione Umbria, Usl Umbria 1, FIMMG (Federazione Italiana Medici di Medicina Generale) e SUMG (Scuola Umbra di Medicina Generale), la cui organizzazione è stata curata da Farma Service Centro Italia Srl e Caterina Soldi Planning Events. Risultati rilevanti in entrambi i casi, con la collaborazione tra farmacisti e medici che si è rivelata ancora fattiva ed incisiva nel modo di sensibilizzare e supportare il cittadino.

Oltre 1600 cittadini si sono sottoposti agli screening di prevenzione con risultati significativi.

I dati emersi sull'emicrania tra gli umbri

In particolare, il report dello screening sull’emicrania, realizzato grazie alla partnership con Novartis, al quale hanno aderito 54 farmacie sparse sul territorio regionale, ha consentito di intercettare 797 utenti in maggior parte nella fascia di età tra i 40 ed i 60 anni. Di questi 669 ha affermato di sapere cosa sia l’emicrania, 147 sono già seguiti da un centro cefalee mentre 518 riscontrano una evidente limitazione delle proprie capacità a seguito di attacchi emicranici. Ben 210 utenti hanno confermato di avere più di 4 attacchi emicranici al mese e 143 diari dell’emicrania, strumenti che hanno consentito di annotare ogni sintomo per poter tenere traccia dell’andamento della patologia, sono stati distribuiti dai farmacisti che potranno condividerlo col medico curante.

... e quelli sulla maculopatia

Il report della campagna sulla Maculopatia, realizzata con la collaborazione dell’associazione Amici della Vista e grazie al sostegno di Novartis e Solgar, ha registrato l’adesione di 87 farmacie umbre. Sono stati intercettati 868 utenti dei quali 124 sono risultati positivi al Test di Amsler (di cui 51 nella fascia di età tra i 55 ed i 65 anni, 72 dai 65 anni in su), strumento che consente di apprezzare difetti del campo visivo centrale e di distorsione; gli stessi cittadini sono stati precedentemente forniti di un questionario anonimo di valutazione della consapevolezza sulla patologia. I farmacisti per le due occasioni, sono stati formati tramite dei corsi ECM tenuti dalla dr.ssa Paola Sarchielli, dal dr. Carlo Cagini e dal dr. Enrico Poddi.

Fondamentale la prevenzione

“I significativi risultati registrati – sottolinea Augusto Luciani, presidente di Federfarma Umbria – confermano come la rete di strutture sanitarie del territorio, tra le quali la farmacia, siano fondamentali per consentire al cittadino di controllare il proprio stato di salute ed all’occorrenza prendere i dovuti accorgimenti”.

Il tema della prevenzione resta fondamentale e in ambito di tutela della salute la farmacia, su tutto il territorio italiano, da tempo ha messo nel mirino una articolata rete di servizi con l’intento di andare incontro alle esigenze del cittadino. Una vocazione che in Umbria è sempre più concretizzata proprio grazie a queste campagne di screening mirate, in grado di evidenziare come l’utente spesso tenda a sottovalutare delle patologie che possono diventare oltremodo pericolose per il suo stato di benessere. Non è un caso che il ‘DiaDay’, il grande screening nazionale di Federfarma riguardante il diabete, abbia mosso i primi passi proprio dalla nostra regione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento