menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Estate e tagli alle corse del bus, una frazione rimane isolata e si ribella:"La mattina andare al lavoro è impossibile"

A Pretola chi prende il bus alle 6.38 con l'orario estivo non può usufruire della corsa. I reclami arrivano a Palazzo dei Priori e Busitalia. L'assessore ammette il disagio: "Dal primo luglio proveremo delle modifiche ma non abbiamo soldi"

“Andiamo a lavorare col barcone! Peccato che l’acqua non va in salita”. Un cartello certamente singolare, sicuramente evocativo della situazione che alcuni residenti – lavoratori della frazione perugina di Pretola si sono trovati a vivere dopo i “tagli” estivi delle corse dei pulmann.  La Giunta comunale di Perugia nei giorni scorsi ha infatti approvato il programma di esercizio estivo delle linee dei bus cittadini, sulla base di una rimodulazione che sarà in vigore dal 11 giugno fino all’11 settembre di quest’anno. Una riduzione delle frequenze di transito per circa 95mila km complessivi, pari a 200mila euro di spesa. 

E così, chi quotidianamente prende l'autobus alle 6.38 per esigenze lavorative, si è visto tagliare la prima corsa del mattino della linea N, sospesa per tutto il periodo estivo. Al suo posto c’è quella delle 9.53 con partenza da Ponte Felcino (via Mastrodicasa) e che termina a Canneto, facendo anche una fermata a due passi dal centro storico perugino, in zona Pellini. Una corsa, quella delle ore  6.38, utilizzata da almeno cinque o sei lavoratori della frazione, portavoce dell'appello lanciato a Palazzo dei Priori. Poi c'è la corsa extraurbana delle ore 7.28 (Gualdo Tadino, Valfabbrica, Perugia). Ma chi deve essere al lavoro prima delle 8, come fa? 

Pretola, situata alla riva destra del Tevere, a una manciata di chilometri ad est di Perugia, conta un migliaio di abitanti, ma chi – per le ragioni più svariate – preferisce utilizzare il trasporto pubblico per recarsi al lavoro, con i nuovi orari estivi  (in vigore fino all’11 settembre) si è trovato una spiacevole sorpresa, tanto da sollevare la questione anche all’assessorato comunale al trasporto, chiedendo il ripristino della corsa con un orario consono alle esigenze lavorative.

L’assessore al trasporti Cristiana Casaioli, interpellata dalla nostra redazione, risponde: “Conosco la polemica, ma il taglio è dovuto all’impossibilità  nel bilancio di trovare risorse. E' stato inoltre fatto nel periodo estivo, in modo da creare meno disagi possibili. Ora faremo aggiustamenti sull’orario proprio per venire incontro alle esigenze dei cittadini. E abbiamo una data, che è quella del primo luglio. Partiranno quindi delle correzioni sugli orari delle linee di Pretola che tengono conto delle esigenze dei cittadini, le stesse che ci avevano evidenziato". 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento