menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Continua la consegna dei Passaporti del Cuore ad autorità del mondo politico, civile, socio-culturale di Perugia e dell’Umbria

Laura Cartocci prosegue indefessa la sua azione vòlta a riconoscere i meriti di quanti si sono adoperati per combattere la pandemia

Continua la consegna dei Passaporti del Cuore ad autorità del mondo politico-istituzionale, civile, socio-culturale di Perugia e dell’Umbria. Gran cerimoniere e coordinatore, in Sala dei Notari, il simpatico Marco Pareti.

Laura Cartocci prosegue indefessa la sua azione vòlta a riconoscere i meriti di quanti si sono adoperati per combattere la pandemia. E ricorda che il suo progetto “Un’idea per la Vita”, segnatamente rivolto all’altra metà del cielo, si pone come attiva testimonianza di solidarietà verso le categorie più fragili, proprio perché colpite alla malattia.

In una Sala dei Notari “salotto buono” di una città che non rinuncia alla vita sociale e culturale, la consegna di passaporti speciali, impreziositi da opere del compianto Maestro Giuseppe Fioroni che, insieme a Laura, tante iniziative aveva progettato e realizzato con entusiastica adesione.

Consegna a Donatella Tesei, presidente della Giunta regionale e alla sua vice Paola Fioroni, nominata madrina dell’evento e della Onlus. Entrambe fanno riferimento alle azioni intraprese per debellare il virus col quale bisogna pur imparare a convivere.

Al centro dell’evento, appunto, l’immancabile tema della pandemia, tanto più che molti dei premiati appartengono alle categorie degli operatori sanitari.

È stata poi la volta del vicesindaco della città, Gianluca Tuteri che ha parlato anche in veste di pediatra. Non senza ricordare la frustrazione del medico al telefono che, in ottemperanza delle norme, viene quasi a “tradire”, incolpevolmente, il giuramento di Ippocrate. Tanto che qualche paziente viene colpito dal “fuoco amico”, ossia da quelle stesse norme che dovrebbero tutelarne la salute e la vita.

Quindi il pro rettore Fausto Elisei che ha brevemente illustrato il progetto ImmuniPg, ossia una sperimentazione condotta dallo Studium perusinum su modalità sperimentali per un utilizzo efficiente dell’app.

È stata poi la volta di Michela Sciurpa, amministratore unico di Sviluppumbria e Tiziano Scarponi, in rappresentanza dei medici di famiglia, come Fulvio Forcignanò, medico di medicina generale. Infine, ringraziamenti sentiti a Isa Campanile, della Saci professional, alla Casa degli Artisti di Francesco Minelli, ai ragazzi del Nid, ai grafici e designer per la realizzazione del passaporto.

La figura di Giuseppe Fioroni, uomo e artista, è stata ricordata dall’Inviato Cittadino che del Maestro fu sodale. Erano in sala a testimoniarne la grandezza: l’amico di sempre, Marcello Ramadori con la moglie, l’avvocato Marco Brusco e la consorte Alessia Cigliano, la pittrice e scrittrice Serena Cavallini.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Giro d'Italia 2021, tre tappe in Provincia di Perugia: "Disagi alla viabilità ripagati dalla visibilità offerta al nostro territorio"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento