Piegaro, la nuova vita della ex scuola elementare

L’intervento avviato in questi giorni è finalizzato la sua ristrutturazione per garantire l’intera fruizione degli spazi polivalenti interni a tutta la cittadinanza attraverso attività di carattere socio-assistenziale e ludico ricreative

Da Scuola elementare a Comunità educativo-ricreativa. A Piegaro l’edificio che un tempo ospitava la scuola elementare del capoluogo cambierà destinazione d’uso. Sono appena partiti i lavori di ristrutturazione dello stabile di Via Pò della Fratta, per trasformarlo in “comunità educativo-ricreativa residenziale per minori, centro ludico ricreativo e banca del tempo per anziani”.

Il progetto è finanziato per 300mila euro, di cui 172.370 provenienti dal P.S.R. per l'Umbria 2014-2020 (Misura 7 Intervento 7.4.1) e 127.630 da risorse del Comune.

La struttura è di proprietà comunale ed è articolata su tre livelli. L’intervento avviato in questi giorni è finalizzato la sua ristrutturazione per garantire l’intera fruizione degli spazi polivalenti interni a tutta la cittadinanza attraverso attività di carattere socio-assistenziale e ludico ricreative.

In particolare si sta operando per una ridistribuzione interna degli spazi. Nel piano primo sotto strada troveranno sede i locali dello spazio ricreativo. Nel cortile sarà realizzata una rampa riservata ai portatori di handicap. Al piano terra verrà realizzato il laboratorio ludico ricreativo per bambini e la banca del tempo per gli anziani, mentre al piano primo verranno strutturate delle camere per gli utenti del centro residenziale.

E’ intanto in fase di predisposizione da parte dell'Area Amministrativa del Comune di Piegaro il bando per l'affidamento della gestione della comunità per minori, al termine dei lavori di ristrutturazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Si tratta di un progetto di riqualificazione e riconversione – commenta il sindaco Roberto Ferricelli – di valenza non solo strutturale, ma soprattutto sociale. In questo modo si dà nuova vita e si restituisce dignità ad un immobile che per la comunità ha da sempre posseduto un grande significato”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, nuova ordinanza regionale: centri commerciali e negozi chiusi la domenica. Tutti i provvedimenti

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 20 ottobre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 22 ottobre: tutti i dati comune per comune

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento