Attualità

Piegaro, interventi per i campanili di Gaiche e Collebaldo: "Rischio degrado"

La sollecitazione di Augusto Peltristo, vicecommissario della Lega Trasimeno e capogruppo della Civica di Piegaro

Interventi urgenti per i campanili di Gaiche e Collebaldo nel comune di Piegaro. Li sollecita il vicecommissario della Lega del Trasimeno e capogruppo della Civica di Piegaro Augusto Peltristo.
“La nostra lista – dice Peltristo – vuole segnalare per l’ ultima volta  a tutte le autorità ed istituzioni proprietarie e competenti la situazione di rischio e di degrado in cui si trovano i due campanili. Abbiamo inviato un nuovo sollecito alla Curia Arcivescovile Perugia-Città della Pieve Diocesi di Perugia, alla Soprintendenza Archeologica e Belle Arti Paesaggio dell’Umbria, all’Amministrazione di Piegaro, ai Carabinieri di Piegaro, Forestali e al nucleo Tutela e Patrimonio”.

“Questa situazione di pericolo – aggiunge Peltristo – è aggravata dal fatto che il campanile di Gaiche è adiacente all’ unica strada di accesso all’area, quindi rappresenta un reale pericolo per la sicurezza stradale, nelle due situazioni si ravvisano minaccia per l’incolumità e l’integrità fisica delle persone. Inoltre le recenti condizioni metereologiche avverse , dovute al forte vento, hanno danneggiato ancora di più il tetto del campanile di Gaiche mettendo in pericolo la struttura stessa”.
“Pertanto – prosegue il capogruppo – chiediamo un intervento urgente strutturale su entrambi i campanili, ricordando che sono un patrimonio artistico, storico e culturale del nostro comune e della nostra Regione e perciò vanno tutelati”.

“ Il nostro Gruppo Consiliare – conclude Peltristo -  si riserva qualora permanga la su citata inerzia di adire ogni utile provvedimento a tutelare l’incolumità pubblica rivolgendosi alle competenti Autorità delegate a tali mansioni se non otterrà alcuna risposta entro e non oltre 10 giorni” .

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piegaro, interventi per i campanili di Gaiche e Collebaldo: "Rischio degrado"

PerugiaToday è in caricamento