rotate-mobile
Attualità

Blocchi di ghiaccio cadono dal tetto del Palazzo dei Priori. Consistenti stecche della lunghezza di 30-40 centimetri

Blocchi di ghiaccio precipitano dal tetto del Palazzo dei Priori. Consistenti stecche della lunghezza di 30-40 centimetri, alte 6-7, del peso di oltre un chilo. Non è accaduto niente di drammatico. Ma sarebbe potuto succedere. Visto il luogo, frequentatissimo da perugini e non.

Blocchi di ghiaccio piombati a terra ed esplosi in mille frammenti, è stato un tutt’uno. Non senza porre qualche riflessione in termini di sicurezza.

Tanto più che quei pezzi di giacchio sono caduti proprio di fronte al Posto di Polizia Municipale.

L’onnipresente Gianluca Papalini ha allertato una vigilessa. La quale si è premurata di girare la notizia per via interna.

Dopo di che, nel volgere di breve tempo, è intervenuto un dipendente del Comune di Perugia per rimuovere le cause scatenanti del fenomeno.

Per sicurezza, il luogo è stato ampiamente transennato.

Si trattava di un accumulo di ghiaccio sullo spiovente della copertura, in uno spazio compreso fra i merli. Evidentemente, in quel punto l’acqua si ferma, dorme e si raccoglie. Con le temperature correnti la gelificazione è cosa scontata. Poi, favorito da un po’ di “solina”, e dal peso stesso del blocco, il licenziamento.

Dunque, primo step consistente nel rimuovere ostacoli che impediscano il libero deflusso dell’acqua.

Scontata la frase di rito: è andata bene. Anzi: benissimo.

Blocchi di ghiaccio cadono dal tetto di Palazzo dei Priori

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Blocchi di ghiaccio cadono dal tetto del Palazzo dei Priori. Consistenti stecche della lunghezza di 30-40 centimetri

PerugiaToday è in caricamento