rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Attualità

PERUGINERIE. Quando i reali d’Inghilterra venivano fra i travertini della Vetusta. Ce ne parla lo storico Gian Biagio Furiozzi

Della visita perugina esiste un servizio fotografico e perfino un breve filmato, ora in possesso della Fondazione Sorbello

PERUGINERIE. Quando i reali d’Inghilterra venivano fra i travertini della Vetusta. Ce ne parla lo storico Gian Biagio Furiozzi.

Cominciamo dalla prima testa coronata britannica a venire a Perugia.

Gian Biagio, chi fu e quando accadde esattamente?

“Il 23 luglio 1944, il mese successivo alla liberazione della città da parte delle truppe inglesi, venne a visitare Perugia lo stesso Re d’Inghilterra Giorgio VI, padre dell’attuale Regina Elisabetta II”.

Un personaggio ricordato al grande pubblico da un film recente, vero?

“Giorgio VI è personaggio intorno al quale è stato costruito il film dal titolo ‘Il discorso del Re’ ( The King's Speech), ruolo interpretato dall’attore britannico Colin Firth” (in foto).

Fu nominato a seguito di una vicenda di famiglia, connotata da una certa pruderie

“In effetti. Giorgio VI era stato incoronato nel 1937, succedendo al fratello Edoardo VIII, costretto all’abdicazione per poter sposare l’americana divorziata Wallis Simpson. Era stata infatti trovata disdicevole, la relazione che legava il sovrano britannico a una signora statunitense, divorziata e di dubbia moralità. Dunque, se Edoardo VIII volle coronare il suo sogno d’amore, dovette rinunziare alla corona”.

Come andarono le cose con re Giorgio?

“Dal 1940 al 1945, egli restò a Londra, rifiutandosi di trasferirsi in Canada, come gli era stato suggerito per ragioni di sicurezza. Tra le poche eccezioni di uscita dal Paese, vi fu una visita in Italia nei mesi di luglio e agosto 1944, con tappa, appunto, anche nel capoluogo umbro. Visitò pure Napoli, Caserta, Cassino e ripartì dall’Italia il 2 agosto”.

A Perugia cosa venne a fare?

“Accompagnato dal generale Alexander, venne a passare in rassegna, oltre alle truppe inglesi, anche un distaccamento di soldati polacchi che avevano liberato Ancona dai Tedeschi poche settimane prima, dopo aver combattuto a Cassino agli ordini del famoso generale Anders”.

Esistono documenti circa questa trasferta perugina?

“Altroché: più d’uno. Della visita perugina esiste un servizio fotografico e perfino un breve filmato, ora in possesso della Fondazione Sorbello”.

È rimasta traccia della sua visita nel nostro territorio?

“Pare che alle porte di Perugia gli sia stato intitolato un sentiero di montagna, a ricordo della visita, che comprese anche la zona di Umbertide. Non credo però che si tratti di toponimo cartografato”.

Altre visite di regnanti inglesi nella Augusta Perusia?

“Quasi mezzo secolo dopo, nel maggio del 1992, venne in visita a Perugia, accompagnata dal Console inglese di Firenze, la Regina madre, che alloggiò all’Hotel Brufani”.

Era moglie di re Giorgio e madre dell’attuale sovrana Elisabetta II e della principessa Margaret, vero?

“Proprio così. Dal 1952 al 2002, il suo titolo ufficiale fu “Her Majesty Queen Elizabeth, The Queen Mother”.

Cos’era venuta a fare a Perugia la Regina Madre?

“Era venuta per ammirare gli affreschi del Perugino appena restaurati”.

Fu protagonista di una storica gaffe, si dice

“In effetti, suscitò una certa ilarità la sua richiesta di poter conoscere qualche perugino che parlasse etrusco!”.

Altre visite illustri di regnanti inglesi?

“Poco dopo, nel settembre del 1994, fu la volta della principessa Margaret, sorella di Elisabetta II”.

Cosa l’aveva attirata?

“Il suo interesse per l’arte. Risulta che, accompagnata da Bruno Buitoni, volle incontrare a Palazzo dei Priori il sindaco Mario Valentini”.

Quale il motivo?

“Intendeva informarsi intorno al restauro della Fontana Maggiore, allora in corso”.

Curiosità, gossip?

“Si sa che la famiglia reale inglese apprezza molto i prodotti umbri, dall’olio d’oliva al pane di Strettura”.

Certamente un bel promo per i prodotti del nostro territorio. E un grazie di cuore allo storico Gian Biagio Furiozzi, vera miniera di spigolature, peraltro molto apprezzate dai nostri lettori.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PERUGINERIE. Quando i reali d’Inghilterra venivano fra i travertini della Vetusta. Ce ne parla lo storico Gian Biagio Furiozzi

PerugiaToday è in caricamento