rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Attualità

PERUGINERIE Quattro generazioni con la vocazione della fotografia

Un excursus che si dipana per oltre 130 anni, da Giulio Natalini a Giorgio&Giulio Fratticioli

Quattro generazioni col virus della fotografia. Un excursus che si dipana per oltre 130 anni, da Giulio Natalini a Giorgio e Giulio Fratticioli.

Un nuovo store fotografico condensa e riassume una vicenda connotata da un filo rosso che non è improprio definire vocazione.

Se è vero che Giulio Natalini apre bottega in via Oberdan, nello chalet dove è attualmente il Ristorante del Sole, nel 1905. Ma già dal 1890 realizzava ritratti per tutta la città, per militari e fanciulle, bambini e bambine, famiglie nobili, borghesi e popolari. 

Una stupida bravata, ma quella storica targa del mitico fotografo Natalini non c’è più

Nel 1930, la figlia Ida e il marito Francesco Fratticioli alzano la saracinesca in corso Vannucci.

Toccherà poi al figlio Sandro (padre degli attuali “dioscuri” Giulio e Giorgio), nel 1950, accreditarsi come sicuro punto di riferimento della fotografia in Umbria e non solo. Sia sotto il profilo artistico che sul piano della competenza e della passione tecnica. Oggi Sandro ha superato i novanta, ma conserva inalterato l’entusiasmo fotografico. 

Perugia fa gli auguri a Sandro Fratticioli che taglia il traguardo dei 90 anni

Giorgio e Giulio, figli di Sandro, ne proseguiranno l’attività. Finché Giorgio, consapevole dei limiti e dei condizionamenti del centro storico, decide di aprire - nel 2022 - il Foto Store di via Piccolpasso.

Un negozio che offre una serie di servizi e opportunità di formazione. 

FOTO - Quattro generazioni con la vocazione della fotografia


(foto Sandro Allegrini)

Giorgio ha mostrato all’Inviato Cittadino la Sala di posa, gli spazi espositivi, la biblioteca, la camera oscura, la dotazione di telescopi, esposti all’esterno del negozio, in uno spazio riservato.

Un luogo dove non si va solo per comprare o chiedere servizi, ma anche per scambiare esperienze, informarsi, saperne di più. C’è un salottino dove si discute, non solo di fotografia.

Mi lega a questa famiglia un affetto speciale. Ho già ricordato, qualche tempo fa, il mio impegno con la madre Serena per redigere un libro di famiglia che interseca attivamente la storia della città.

Mi è piaciuto evidenziare amichevolmente la figura di Giulio, che ha mantenuto l’attività di ottica e fotografia in corso Vannucci. Non solo per ragioni di business, ma anche in linea di continuità con la storia di famiglia. 

Giulio Fratticioli, fotografo di rango, si rivela parente o collaterale di Antonio Meucci, nella storica ricorrenza del 10 marzo

Giorgio, da canto suo, ha deciso di uscire dall’acropoli creando uno spazio nuovo e proiettato al futuro. I genitori Sandro e Serena non potevano sperare di più.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

PERUGINERIE Quattro generazioni con la vocazione della fotografia

PerugiaToday è in caricamento