Attualità

Università per Stranieri protagonista: forma futuri docenti d'Italiano in Somalia

E punta alla creazione di un corso di laurea all'ateneo nazionale di Mogadiscio

L’Università per stranieri di Perugia vola virtualmente a Mogadiscio per formare futuri docenti di lingua e cultura italiana.  

Nonostante la situazione socioeconomica somala sia critica, l’impegno dell’Italia, attraverso l’ambasciata a Mogadiscio, prosegue costante. Le azioni di supporto formativo e culturale, condotte dall’ambasciatore Alberto Vecchi e dal Vice Capo Missione Massimiliano Bertollo, si esplicano in numerose iniziative: tra quetse è il sostegno all’insegnamento e all’apprendimento della lingua italiana, che dopo più di trenta anni torna oggi all’Università nazionale somala, unico Ateneo pubblico del Paese.

L’interesse per l’Italia è ancora molto forte in Somalia. Infatti a marzo 2022 ben 800 studenti si sono iscritti ai corsi di italiano – più del doppio rispetto al semestre precedente.

Il corso si tiene a distanza e prevede l’intervento di tre esperti della Stranieri, che stanno condividendo con i colleghi somali le loro competenze nella programmazione formativa e nell’elaborazione di tecniche glottodidattiche.

All’inaugurazione del modulo formativo, hanno preso la parola il responsabile scientifico del corso, Roberto Dolci, la delegata delle relazioni internazionali per l’Africa, Federica Guazzini, l’incaricato d’Affari ad interim all’ambasciata in Somalia, Massimiliano Bertollo, e il coordinatore dei corsi di italiano presso la Uns, Hassan Osman Ahmed.

Tutti gli intervenuti hanno rilevato come l’insegnamento della lingua e della cultura italiana sia fondamentale per la promozione del nostro paese in Somalia, specie per il rafforzamento dei legami economici e culturali.

Massimiliano Bertollo, in particolare, ha sottolineato il grande valore di questa iniziativa, prima dopo circa 30 anni di inattività formativa, e come l’enorme successo che stanno riscuotendo i corsi di lingua italiana presso l’Università Nazionale Somala (e nei prossimi mesi anche in altre università e città del Paese), testimoni della forza del legame mai interrottosi tra i due paesi.

Questo corso potrebbe segnare l’inizio di una collaborazione tra la Stranieri e l’ambasciata italiana a Mogadiscio, con l’intento di vedere coinvolte in futuro anche le imprese umbre che si stanno affacciando al circuito economico e commerciale somalo. L’obiettivo è quello di realizzare un corso di laurea in lingua e cultura italiana presso la Unss, che “sia punto di collegamento formativo tra Italia e Somalia e veicolo di sviluppo economico e commerciale tra i due Paesi”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Università per Stranieri protagonista: forma futuri docenti d'Italiano in Somalia
PerugiaToday è in caricamento