rotate-mobile
Attualità

Città accessibile, all'Urp di San Sisto l'eliminacode diventa "parlante" per aiutare gli ipovedenti perugini

Presentato il sistema integrato che consente agli ipovedenti di utilizzare autonomamente i servizi dell'ufficio demografico

Cade un'altra barriera contro la diversità negli uffici comunali di Perugia. I servizi demografici, infatti, si dotano di un sistema di prenotazione che permetterà anche ai non vedenti di usufruire autonomamente dei servizi stessi. 

 È stato inaugurato oggi, mercoledì 29 giugno, all’Ufficio relazioni con il pubblico di San Sisto, in piazza Martinelli, il nuovo sistema tecnologico costituito da un
sintetizzatore vocale integrato a un eliminacode con caratteristiche “Ada” e al percorso tattile già presente nell’Urp.
Presenti all’incontro l’assessore ai servizi civici e politiche sociali, Edi Cicchi, i referenti regionale e territoriale Aila, Vittoriano Leto e Luca Crocioni, le dirigenti Anastasia Ciarapica e Roberta Migliarini, e, per Ciemme Gesco, Fabio Cavallucci e Riccardo Chiarini. Via telefono è intervenuta la presidente regionale di Aila,  Ada Orsatti.

COME FUNZIONA


Fin dall’ingresso alla struttura è stato posizionato sul terreno un percorso pedonale tattile che consente autonomamente ai non vedenti di accedere all’urp.
Nella sala di accesso della sede comunale- hanno spiegato i rappresentanti di Ciemme Gesco (azienda con sede a Passignano sul Trasimeno), Fabio Cavallucci e Riccardo Chiarini, vi è un primo totem con monitor touch screen che consente di visualizzare i servizi attivati (attività urp, cie, attività anagrafiche, informazioni) e di prenotare il servizio d’interesse (si seleziona il tasto corrispondente e si ritira il biglietto). Il colore dei tasti, le funzionalità legate al tasto ed eventuali immagini sullo sfondo guideranno il cittadino nella scelta del servizio. L’eliminacode garantisce la distribuzione automatica e ottimizzata dei cittadini in coda su tutte le postazioni disponibili. Il totem è accessibile autonomamente da parte dei diversamente abili, trattandosi di un modello che rispetta lo standard internazionale per la disabilità Ada (Americans with Disabilities Act). In continuità con la campagna comunicativa “Hai la precedenza”, volta a promuove la
cittadinanza attiva facendo comprendere l’importanza della solidarietà e la comprensione verso chi è in difficoltà, è stato installato un secondo  totem/eliminacode rivolto agli ipovedenti. Lo strumento è dotato, infatti, di scritte in braille e di un sistema di prenotazione vocale per utenti non vedenti e/o ipovedenti, che consente di attivare la modalità vocale di prenotazione tramite un pulsante; inoltre, la presenza a terra del percorso tattile permette ai
soggetti non vedenti/ipovedenti sia di arrivare autonomamente presso il distributore vocale dei biglietti per selezionare il servizio desiderato sia di accedere alla sala d’attesa che alla postazione dedicata per questo tipo di utenza.
Nella sala d’attesa, infine, è installato un monitor che visualizza e chiama la prenotazione indirizzando l’utente verso la postazione riservata. Grazie al sistema “Segnaletica Digitale” il monitor è utilizzato anche per intrattenere i cittadini in attesa con dei contenuti multimediali e scritta scorrevole, e per informare con messaggi relativi a orari di apertura, chiusure festive e straordinarie e altro.
L’eliminacode viene gestito da un amministratore di sistema e può pianificare accessi “intelligenti” ai servizi senza ricorrere alla presenza di personale: una comunicazione immediata ed efficace.
Lo stesso tipo di eliminacode integrato con il sintetizzatore vocale sarà acquistato per l’Urp di Ponte San Giovanni. L’Urp di Rimbocchi è già provvisto dell’eliminacode, al momento senza sintetizzatore vocale.

 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Città accessibile, all'Urp di San Sisto l'eliminacode diventa "parlante" per aiutare gli ipovedenti perugini

PerugiaToday è in caricamento