menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

INVIATO CITTADINO Quelle aiuole cittadine abbandonate

Basta fare un giro per rendersene conto. Una lettrice segnala all’Inviato cittadino

Quelle aiuole cittadine, assunte per pubblicità e del tutto trascurate. Ci sono cresciute erbe di campo commestibili. L’ironia di una lettrice.

È ormai sotto gli occhi di tutti una situazione, a dir poco imbarazzante, relativa allo stato di tenuta di alcune aiuole al centro delle rotatorie. Inizialmente c’è stata una gara a fare i generosi. Così, con tanto di segnale di avvenuta presa in carico, alcune aziende hanno fatto la loro figura. Ma poi non stanno ai patti. Ovvero non si curano minimamente di questi “figli adottivi” che vengono lasciati allo stato selvaggio.

Basta fare un giro per rendersene conto. Una lettrice segnala all’Inviato cittadino: “L’aiuola al centro della rotatoria **** è un vero campo di erbe commestibili. È così da mesi. Con le piogge e le temperature alte, sono spuntati caccialepri, cruspigni e altre erbe selvatiche commestibili che la nonna mi ha insegnato a raccogliere. Uno di questi giorni, in un momento di scarso traffico, vado lì e ne riempio una busta”.

Non sembri una provocazione. La foto in pagina dà conto della veridicità della segnalazione. E va precisato che quello scatto risale a prima del coronavirus. L’immagine attuale ricorda da vicino Sandokan e la giungla malese. È per questo che, per carità di patria, la teniamo nel computer.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento