Sabato, 24 Luglio 2021
Attualità

Perugia, ordinanza del sindaco: vietati "usi impropri" dell'acqua, multe salate a chi sgarra

Fino al 22 settembre consentito il prelievo dalla rete idrica solo per scopi domestico-sanitari: stop all'irrigazione di orti e giardini, al lavaggio di veicoli, cortili e strade private e al riempimento di piscine e fontane ornamentali

Il Comune di Perugia interviene per il risparmio dell'acqua all'alba di un'estate che nel capoluogo umbro è iniziata all'insegna dell'afa e con temperature elevatissime. Nel pomeriggio di oggi (mercoledì 23 giugno) è stata infatti emanata l’ordinanza n. 569 che stabilisce per  tutta la cittadinanza (fino al 22 settembre) il "divieto di prelievo di acqua dalla rete idrica per scopi diversi da quelli domestico-sanitari, come l’irrigazione di orti e giardini, il lavaggio di veicoli, cortili e strade private, il riempimento di piscine, o di fontane ornamentali".

I prelievi di acqua dalla rete idrica sono dunque "consentiti esclusivamente per gli usi idropotabile, sanitario, zootecnico e per tutte le altre attività ugualmente autorizzate per le quali necessiti l’acqua potabile. È consentito il riempimento di piscine oggetto di attività commerciale o associativa, nonché l’irrigazione di strutture sportive sempre destinate alle stesse attività, soltanto previo contatto con il gestore del servizio idrico, al fine di concordare modalità e precauzioni necessarie. Sono, invece, escluse dall’ordinanza le attività dei servizi pubblici di igiene urbana per i quali, comunque, dovranno essere assunti comportamenti utili a contenere gli sprechi".

Un provvedimento preso perché "durante il periodo estivo - spiega ancora il Comune -, temperature elevate e afa spingono a maggiori consumi di acqua potabile nell’intero territorio comunale, accentuato da usi impropri quali l’innaffiamento di orti, giardini e superfici a verde nonché lavaggi di autoveicoli e riempimento di piscine". Al fine di evitare carenze di acqua per il consumo domestico-sanitario l'amministrazione invita infine i cittadini "a tenere i comportamenti richiesti, ricordando che per le violazioni della suddetta ordinanza sono previste sanzioni da 25 a 500 euro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, ordinanza del sindaco: vietati "usi impropri" dell'acqua, multe salate a chi sgarra

PerugiaToday è in caricamento