Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità

Perugia, l'ospedale di Monteluce rivive nel libro di un luminare della medicina

L'autore è il professor Renato Palumbo: "In corsia anche 12 ore al giorno per assistere i malati"

Non è un libro Amarcord "L'ospedale di Monteluce", scritto da uno dei padri fondatori della medicina del Policlinico di Perugia. Piuttosto l'autore Renato Palumbo ha voluto trasmettere alle nuove generazioni di futuri medici i cosiddetti esempi per distinguersi nel campo dell’assistenza medica e della ricerca. Nel volume edito da Volumnia ed uscito in questi giorni traspare la passione per la medicina, alimentata da un autentico pioniere dell’Ospedale di Monteluce, il professor Paolo Larizza.

“Restava in clinica dodici ore - dice Palumbo -, nessuno lo obbligava a mantenere quei ritmi di lavoro, ma per lui il paziente veniva al primo posto e questi concetti li trasmetteva a noi assistenti proprio con l’esempio. Impossibile non restare affascinati dal carisma di Larizza, ancora oggi sono in servizio in professionisti che, direttamente o attingendo comunque a quella scuola, proseguono la missione di curare i malati”.

Il libro ha già suscitato interesse perché vengono raccontati aneddoti legati a quanti hanno lavorato nell’ospedale perugino chiuso nel 2018. Trovano spazio nel volume che finirà anche nella biblioteca dell’ospedale, a disposizione di pazienti e sanitari, non solo le attività svolte dai clinici ma anche dei loro collaboratori, tecnici di laboratorio ed infermieri. “Si dice che nella medicina moderna è necessario ricorrere alle competenze di medici di più discipline - continua Palumbo -; adesso si chiamano gruppi multidisciplinari, ma già a Monteluce si operava a stretto contatto di gomito. L’introduzione delle apparecchiature è avvenuta gradualmente, in pratica noi siamo partiti da zero, quando il paziente veniva visitato dalla cima dei capelli alla punta dei piedi”.  

Professore ordinario di radiologia, Palumbo viene considerato il fondatore della medicina nucleare: “Disciplina ostica, di cui nel libro - ricorda il medico - racconto le più divertenti definizioni date dai pazienti che si sottoponevano agli accertamenti medici”. Il ricavato del libro in vendita nella libreria Feltrinelli e in alcune edicole cittadine, tra cui quella di via Pellas e dell'Ellisse dell’ospedale) sarà devoluto al Comitato Chianelli. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perugia, l'ospedale di Monteluce rivive nel libro di un luminare della medicina

PerugiaToday è in caricamento