Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Ucraina, la comunità perugina torna in piazza per dire no alla guerra

In mattinata il corteo dei sindaci, poi nel pomeriggio il presidio dei cittadini ucraini

Gli ucraini dell'Umbria di nuiovo in piazza per dire no alla guerra. La bandiera gialla e blu, le foto dei loro connazionali e le immagini della devastazioni. Un grido solo in ucraino e in italiano: "Mai più guerra": All'iniziativa promossa dall'associazione “Ucraini in Umbria” hanno preso parte cneh gli assessori comunali ai servizi sociali e famiglia Edi Cicchi, alla sicurezza e protezione civile Luca Merli e il vice sindaco Gianluca Tuteri. 
Tante le donne della comunità ucraina che coordinate da Inna Kachurovska hanno testimoniato  la tristezza della guerra, l’inutile strage che colpisce tutto il popolo ucraino. 

Perugia, la comunità ucraina in piazza per la pace

In piazza è intervenuto anche il sacerdote don Vasyl Hushuvatyy, cappellano della comunità cattolica ucraina di rito bizantino, per un momento di preghiera e per cantare insieme alla comunità l’inno ucraino.
Per l’amministrazione  comunale è intervenuta l’assessore Edi Cicchi che ha ribadito la vicinanza a tutta la comunità ucraina. “Molte di voi hanno aiuto i nostri cari, anche nei momenti di profondo dolore - ha detto - tutta l’Amministrazione vi è vicina e faremo di tutto per accogliervi e per darvi momenti di serenità.”
“Teniamoci in contatto- ha aggiunto la Cicchi -  perché abbiamo bisogno di capire tutte le procedure, faremo di tutto per accogliere donne e bambini anche nelle nostre scuole.”
La manifestazione è proseguita con la testimonianza di donne, bambini e bambine che hanno pregato, letto poesie, ricordi e testimonianze  per riaffermare che questa non è una guerra ma un genocidio. 
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ucraina, la comunità perugina torna in piazza per dire no alla guerra
PerugiaToday è in caricamento