Attualità

Guerra in Ucraina, il canto di pace dei ragazzi di Borgo XX Giugno e San Paolo

Liberate tre colombe. Poesie e cartelloni per dire no alle violenze delle ultime settimane

I cartelloni con l’arcobaleno e quelli della bandiera ucraina. Le colombe disegnate e quelle che sono state liberate in cielo. Le canzoni e le parole, le poesie, “La luna di Kiev” di Gianni Rodari che in questi giorni terribili è diventata quasi un inno. AI giardini del Frontone, i bambini classi terza, quarta e quinta della primaria Borgo XX Giugno e i ragazzi della I D della scuola secondaria San Paolo si sono ritrovati per lanciare insieme un messaggio di pace.

Perugia, manifestazione per la pace in Ucraina con le scuole Borgo XX Giugno e San Paolo

L’occasione è stata quella della Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera. Costituzione di cui hanno ricordato prima di tutto l’articolo 11: “L'Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli”.

“Questa iniziativa - commenta la dirigente scolastica, Simonetta Zuccaccia - attesta non solo la richiesta di pace da parte dei bambini, ma anche la loro capacità di tendere la mano a chi in questo momento sta vivendo un grande dramma. L’iniziativa nasce proprio dalle tante domande che gli studenti hanno rivolto alle loro insegnanti su quanto sta accadendo in Ucraina e alla voglia di fare qualcosa per manifestare la loro contrarietà a questo attacco bellico.

Nonostante ancora non siano arrivate all’Istituto comprensivo Perugia 3 richieste per ospitare i bambini e le bambine profughi dell’Ucraina, siamo pronti ad accoglierli e questa manifestazione ne è ulteriore testimonianza. Le colombe che volano in cielo rappresentano proprio la richiesta di tutti noi perché questa guerra disumana finisca”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guerra in Ucraina, il canto di pace dei ragazzi di Borgo XX Giugno e San Paolo
PerugiaToday è in caricamento