Quadrilatero Umbria-Marche, in commissione l'emendamento al Decreto Crescita

I deputati Prisco e Zaffini (FdI) sulle modifiche per tutelare le aziende: "Le esigenze delle imprese sono prioritarie"

La questione relativa al pagamento dei crediti alle imprese impegnate nella costruzione della Quadrilatero Umbria-Marche verrà nuovamente portata oggi in commissione dove nelle prossime ore verrà discusso l’emendamento al decreto crescita che istituisce il fondo salva aziende chiesto dalle imprese e dai parlamentari umbri Emanuele Prisco e Franco Zaffini.

Per gli esponenti di Fratelli d’Italia "così proprio non va, con l’ultima modifica è stato rinviato il pagamento dei crediti per le aziende umbre e vanificato ogni impegno per tentare di risolvere il problema, scaricando ancora sulle imprese tutti gli oneri. L’argomento verrà discusso ancora in queste ore ma il confronto deve essere portato avanti tenendo conto delle esigenze delle imprese subappaltatrici che hanno svolto lavori e vantano crediti importanti nei confronti del general contractor".

La spinosa questione - viene riferito in una nota congiunta del senatore Zaffini e del deputato Prisco - riguarda quasi 700 lavoratori umbri più quelli sardi e siciliani le cui imprese in totale devono incassare oltre 100 milioni di euro per poter proseguire i lavori iniziati. Lavori, peraltro, strategici per la rete infrastrutturale regionale.

"E’ prioritario per Fratelli d’Italia risolvere questo problema ora - si legge nel comunicato -. È molto importante per noi difendere i protagonisti del nostro sistema produttivo vale a dire le Pmi".

FdI sollecita anche un "intervento organico sul Codice degli appalti utile ad avere poche regole ma chiare in maniera tale che le aziende che vogliono lavorare nella legalità non corrano il rischio di rimanere intrappolate nella burocrazia che le affonda e nei fatti impedisce la realizzazione delle opere pubbliche necessarie per lo sviluppo economico, creando disoccupazione. In Italia ci sono circa 150 miliardi di opere finanziate e mai partite che costano alla comunità nazionale la bellezza di due milioni di posti di lavoro".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Nuovo concorso pubblico: 616 posti a tempo indeterminato, basta la licenza media

  • Elezioni regionali, nuovo sondaggio sull'Umbria: Tesei avanti su Bianconi, la forbice e il numero degli indecisi

  • Università di Perugia, premio alla miglior tesi di laurea: ecco la vincitrice

  • La Cena degli Sconosciuti arriva a Perugia: come funziona

  • Cancella la striscia continua con pennello e vernice: "Ero stanco di fare il giro lungo per rientrare a casa"

  • Tragico incidente con il furgone, muore a 58 anni: addio a Luca

Torna su
PerugiaToday è in caricamento