Pasqua, il cardinale Gualtiero Bassetti anticipa la messa domenicale e poi l'intervento "A sua immagine"

L'arcidiocesi di Perugia diffonde un libretto per vivere il Triduo pasquale in famiglia. La Settimana Santa in diretta tv, radio e sui social

La messa di Pasqua, domenica di Pasqua 12 aprile, del cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti, presidente della Cei, dalla cattedrale di San Lorenzo di Perugia, si terrà alle ore 9, anziché alle ore 10 per permettere al cardinale Bassetti di partecipare (in collegamento da Perugia) alla trasmissione di Rai Uno “A sua immagine”, in onda a partire dalle ore 10.25, dedicata alla Pasqua e al periodo di grande prova che l’umanità sta vivendo: la pandemia da Covid19 in cui, evidenzia il presidente della Cei, “non ci resta che perseverare con Dio”.

La messa delladomenica di Pasqua saà trasmessa in diretta da Umbria Tv (canale 10 digitale terrestre), Umbria Radio InBlu (FM e DAB + 92.0, 97.2) e sui social media ecclesiali (Facebook: @umbriaradioinblu ; @chiesainumbria . YouTube: @lavocepg).

Gli Uffici diocesani catechistico, liturgico e per la pastorale familiare di Perugia-Città della Pieve hanno curato, inoltre, per tutte le famiglie della comunità diocesana e non solo, su indicazione del cardinale arcivescovo Gualtiero Bassetti, il Sussidio per vivere il Triduo pasquale della Settimana Santa 2020 nel tempo del “Coronavirus”, scaricabile qui.

Il sussidio, di complessive 35 pagine, con la presentazione del cardinale Bassetti e la premessa della “liturgia in famiglia” in seguito alle restrizioni imposte dalle necessità di saluta pubblica, è un aiuto a tutte le famiglie che a casa voglio vivere il “centro della nostra fede e della nostra vita cristiana”, scrive il cardinale nella presentazione.

“Questo Sussidio – spiega don Calogero Di Leo, direttore dell’Ufficio diocesano catechistico – è uno strumento che ha visto la luce per rispondere a due importanti esigenze, conseguenza dalla presa di coscienza di non poter celebrare quest’anno in modo tradizionale la Settimana Santa, cioè con la partecipazione del popolo di Dio a motivo del ‘Coronavirus’ per poter cogliere, anche in circostanze come questa, una grande opportunità: riscoprire la dimensione del ‘ministero battesimale’ e della famiglia quale ‘chiesa domestica’, cioè luogo dove fare esperienza della tenerezza di Dio”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 27 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 28 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento