menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Parco Nazionale dei Monti Sibillini, un bando per contenere i danni della fauna selvatica

A disposizione 40.000 euro per indennizzi e sistemi di prevenzione, come le reti elettrificate

Recinzioni elettrificate anti cinghiali per proteggere la biodiversità del Parco dei nazionale dei Monti Sibilini.

La fauna selvatica può creare problemi al patrimonio agro-forestale compromettendo colture, produzioni e delicati ecosistemi di interesse comunitario. Per conservare la biodiversità e per cercare di contenere i danni arrecati dagli animali selvatici, il Parco Nazionale dei Monti Sibillini ha emanato un bando per la concessione di contributi e indennizzi per la protezione del patrimonio agro-forestale, attraverso la realizzazione di sistemi di prevenzione con particolare riferimento alle recinzioni elettrificate.

Il bando si rivolge a soggetti che operino all’interno del territorio del Parco ed è disponibile nel sito del Parco qui. È previsto un cofinanziamento delle spese e la cifra disponibile è di € 40.000. La scadenza per le presentazioni delle domande è il 31 luglio 2020 alle ore 12, ma la graduatoria rimarrà aperta fino al 31 dicembre 2020 in quanto l’Ente è intenzionato, qualora si riescano a reperire nuovi fondi, a metterli a disposizione del maggior numero possibile di richiedenti che dovessero rimanere fuori da questo primo impegno. Per informazioni ci si può rivolgere al 0737.961563.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Umbria, sanità in lutto: è morto il dottor Giulio Tazza

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento