Attualità

Ospedale di Perugia, la terapia intensiva per neonati e bambini. Il grande gesto della famiglia di Brunello Cucinelli

Creati due posti letto di emergenza pediatrica grazie al contributo della famiglia del re del cachemire

Sotto un lieve pioggia estiva l’ospedale di Perugia, in questo mercoledì 3 luglio, ha celebrato l’inaugurazione della ristrutturazione dell’area di terapia intensiva per neonati e bambini. Un evento significativo che ha visto la partecipazione di autorità locali, operatori sanitari, delle associazioni dei genitori e della famiglia Cucinelli. 

Durante la presentazione è stato proiettato un video sulla terapia intensiva che ha commosso i presenti, in particolare Carolina Cucinelli, ma anche la presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei, e la sindaca di Perugia, Vittoria Ferdinandi. 

Il progetto, che combina solidarietà e innovazione, è stato realizzato grazie alla collaborazione di diverse figure chiave tra cui il mecenate Brunello Cucinelli che, visibilmente emozionato, ha elogiato il personale sanitario, definendo il loro lavoro “una missione” e dichiarando che il supporto della sua famiglia non mancherà mai. “Ho parlato davanti ai grandi del G7 ma sono molto più emozionato oggi” ha detto l’imprenditore del cashmere.

La direttrice della Terapia Intensiva Neonatale, Stefania Troiani, ha presentato dati preoccupanti riguardanti la carenza di posti letto per bambini in Italia. Attualmente, il rapporto posti letto/bambini è molto inferiore rispetto ad altri paesi industrializzati come gli Stati Uniti e l’Inghilterra. Troiani ha sottolineato come la scarsità di risorse abbia spesso costretto a ricoverare i piccoli nelle terapie intensive per adulti, una situazione che la nuova struttura di Perugia mira a cambiare: “Ricoverare i pazienti pediatrici critici in terapie intensive neonatali migliora significativamente i risultati clinici”.

Grazie al contributo della famiglia Cucinelli la nuova area è stata attrezzata con apparecchiature all’avanguardia e due posti letto di emergenza pediatrica. Il reparto, diretto dalla dottoressa Troiani e dal professor Edoardo De Robertis, sarà dunque in grado di fornire cure specifiche ai pazienti pediatrici in un ambiente adeguato e tecnologicamente avanzato.

Durante il suo intervento la sindaca Ferdinandi ha posto l’accento sul significato della cura: “La cura è uno dei gesti, delle dimensioni, delle virtù che ci definisce come esseri umani. Questa capacità che l’essere umano ha di custodire le fragilità degli altri è una dimensione fondamentale. Vedo tanti camici bianchi oggi, il clinico anche nella sua etimologia greca klinikós, κλινικός, da kline, κλίνη, significa chinarsi verso l’altro per tentare di risollevarlo. La cura richiede un ampiezza di sguardo che sappia tenere insieme tutte le variabili” ha spiegato Ferdinandi ringraziando la famiglia Cucinelli per il loro contributo. 

Inaugurazione terapia intensiva per neonati e bambini

Donatella Tesei, presidente della Regione Umbria, ha evidenziato come la collaborazione tra diverse professionalità sia stata fondamentale per raggiungere questo obiettivo: “Abbiamo raggiunto questo traguardo grazie a una grande sinergia. Se non ci sono le professionalità, la capacità, il saper fare squadra, non possiamo raggiungere risultati straordinari come questo” ha detto Tesei, lodando il team multidisciplinare dell’ospedale, che include neonatologi, anestesisti e rianimatori. 

Giuseppe De Filippis, direttore generale dell’Azienda Ospedaliera di Perugia ha parlato degli investimenti fatti negli ultimi anni: “Abbiamo dato alle ostetriche un ruolo fondamentale e abbiamo assunto due chirurghi pediatri con l’obiettivo di aumentare ancora di più il personale”. Ha inoltre raccontato dell’impegno per migliorare la presa in carico psicologica delle madri e dei bambini e ha spiegato che l’Umbria non ha una terapia intensiva pediatrica a causa di un bacino di utenza insufficiente. Per ovviare a questo è stato formato un team multidisciplinare di professionisti per la cura dei pazienti pediatrici. 

La direttrice Troiani ha concluso con un toccante messaggio: “I bambini sono il nostro futuro e dobbiamo compattarci intorno a loro perchè sono i nostri supereroi” non a caso il sottofondo musicale del reparto è proprio la canzone di Mr. Rain “Supereroi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Perugia, la terapia intensiva per neonati e bambini. Il grande gesto della famiglia di Brunello Cucinelli
PerugiaToday è in caricamento