rotate-mobile
Attualità

Ospedale di Perugia, la denuncia della Cgil: "Così si porta la sanità pubblica al collasso"

Il sindacato: "Al Santa Maria della Misericordia contrazione posti letto, barelle nei corridoio e ferie del personale a rischio"

Ospedale di Perugia, nuova denuncia dei sindacati. Secondo la Fp Cgil la situazione al Santa Maria della Misericordia di Perugia è "fortemente preoccupante". Il sindacato chiede "che la dirigenza di questa azienda e le Istituzioni a tutti i livelli intervengano per trovare soluzioni immediate e non più procrastinabili, per i cittadini e gli operatori, per arginare una situazione che rischia nel brevissimo tempo di portare al collasso la sanità pubblica della città di Perugia". 

La Fp Cgil elenca i problemi: "A fronte di una evidente ripresa della pandemia da Covid-19, si assiste nell’ospedale di Perugia ad una contrazione dei posti letto in degenza ordinaria, ridotti per chiusure e accorpamenti di diverse strutture, con la presenza, ormai cronica, di barelle nei corridoi delle degenze", si legge nella nota. E ancora: "La positività al Covid19 di numerosi operatori sanitari, già in significativa carenza, comporta il rischio di mancato godimento delle ferie estive”.

A questo, scrive il sindacato, "si aggiungono accumuli di lavoro e stress per carichi assistenziali abnormi in questi ultimi anni". 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Perugia, la denuncia della Cgil: "Così si porta la sanità pubblica al collasso"

PerugiaToday è in caricamento