rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Attualità Centro Storico / Via Ruggero D'Andreotto

INVIATO CITTADINO Nuove aperture a Perugia: arriva L’Orto del Vicino

Dalla passione dello chef, l’amore per i prodotti del nostro territorio. Si chiama Diego Gabrielli e viene dal mondo della haute cuisine. Stufo dei fornelli, ha dato sfogo alla fedeltà al territorio Umbro-Toscano (ma anche nazionale)

L’Orto del Vicino... è sempre più verde? Bio? No, grazie. Preferisco l’organico.

Dalla passione dello chef, l’amore per i prodotti del nostro territorio. Si chiama Diego Gabrielli e viene dal mondo della haute cuisine. Stufo dei fornelli, ha dato sfogo alla fedeltà al territorio Umbro-Toscano (ma anche nazionale) “che è – dice – la mia dispensa e il mio granaio”.

Apre così questo emporio specialissimo (Via Ruggero D'Andreotto 3A5) di frutta, verdura, specialità come olio, vino, miele, insaccati, salumi e ricotte, conserve, marmellate, zafferano, fagiolina. E perfino pesce della Cooperativa Pescatori di San Feliciano [(1) L’orto del vicino | Facebook].

Da lui si trova la verdura organica del Trasimeno. E ci spiega la differenza fra il decantato “bio” e l’organico. Chiarendo che nel bio c’è - o ci può essere - tanta chimica (Bayer e tanto altro), mentre nell’organico c’è solo concime naturale, stabbio e lotta biologica ai parassiti con ceneri e farine che intrappolano gli invasori.

Spiega che è improprio parlare di bio solo per il prodotto finale. Racconta che la vera pasta doc è quella che discende dalla filiera grano-farina-pasta. Insomma, il produttore fa tutto da solo e garantisce dal primo all’ultimo passo.

Ecco perché è consigliere fidato di una clientela che si diffonde col passa-parola.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Nuove aperture a Perugia: arriva L’Orto del Vicino

PerugiaToday è in caricamento