menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Perugia, via alle limitazioni al traffico: chi può circolare, multe per chi sgarra

Ordinanza antismog del Comune di Perugia: scattano le limitazioni al traffico a Perugia e Ponte San Giovanni

Ordinanza 1247 del 21 novembre 2019, scattano le limitazioni al traffico a Perugia e Ponte San Giovanni. Come si legge nell'ordinanza del sindaco Andrea Romizi "all’interno del centro abitato di Perugia e del centro abitato di Ponte San Giovanni, a partire dal 30 novembre 2019 e fino al 31 marzo 2020, con esclusione dei fine settimana del 7 e 8 dicembre 2019, 21 e 22 dicembre 2019, 28 e 29 dicembre 2019, 4 e 5 gennaio 2020" è disposto il "divieto di circolazione dinamica per i veicoli privati caratterizzati da una categoria emissiva pre euro" per entrambe le giornate (dalle 00 alle 24). 

Ordinanza antismog, le limitazioni al traffico

Nei fine settimana di limitazioni al traffico, dalle 8 alle 16, è disposto il "divieto di circolazione dinamica per i veicoli privati caratterizzati da una categoria emissiva Euro 1, Euro 2 ed euro 3 (compresa), ad accensione comandata (benzina) e ad accensione spontanea (diesel), nonché i ciclomotori e i motocicli a due tempi Euro 1 o precedente".  

Nella stessa fascia d'orario "divieto di circolazione dinamica per veicoli di massa a pieno carico superiore a 35 Q. ad accensione spontanea (diesel) privati e commerciali, non dotati di dispositivo di controllo del particolato".

Ordinanza antismog, le deroghe: chi può circolare

Nell'ordinanza sono comunque disposte delle deroghe: "In deroga ai provvedimenti di cui ai punti precedenti sono autorizzate al transito le autovetture elettriche ed ibride, quelle alimentate a gas metano e GPL, autovetture con almeno 3 persone a bordo se omologate per 4 o più posti e con almeno 2 persone a bordo se omologate per 2 o 3 posti (car pooling), nonché i veicoli oggetto di deroga specifica".

Ordinanza antismog a Perugia e Ponte San Giovanni, multe per chi sgarra

L’inosservanza dei provvedimenti, si legge nell'ordinanza, "di cui sopra comporta l’applicazione della sanzione amministrativa pecuniaria di cui all’Art. 7 comma 13 bis del Vigente Codice della Strada, estinguibile mediante il pagamento in misura ridotta di Euro 168,00 (Euro 117,60 se il pagamento avviene entro 5 gg). In caso di reiterazione della violazione in un biennio, si applica la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida da 15 a 30 giorni". 

z

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento