L'olio del frantoio perugino tra i migliori extravergini biologici del mondo

Lo dice a chiare lettere l’attendibile classifica stilata da Flos Olei, guida agli oli extravergini nel mondo che sarà in distribuzione dal prossimo 8 dicembre

L’olio Batta galoppa verso quota cento e sbaraglia concorrenti mondiali in materia di extravergini biologici.

Lo dice a chiare lettere l’attendibile classifica stilata da Flos Olei, guida agli oli extravergini nel mondo che sarà in distribuzione dal prossimo 8 dicembre.

La guida “Flos olei all extra virgin oil” – ci ricorda l’amico e collega Gino Goti – è un qualificato mezzo di informazione: completo, trasparente, utile sia ad appassionati che a produttori, importatori, distributori, tecnici.

Esperti di tutto il mondo selezionano e assaggiano migliaia di campioni di olio, stilando accurate classifiche allo scopo di fornire utili informazioni a lettori e consumatori sulle migliori aziende e sui migliori oli extravergini.

Al mondo risultano solo 7 le aziende (5 italiane, di cui una umbra, e 2 spagnole) che sono riuscite, per la prima volta, a raggiungere il massimo punteggio 100/100. A quota 98/100 sono 25 aziende al mondo (di cui 12 italiane e 2 umbre: Batta e Marfuga).

Quest’anno, un ulteriore passo avanti è stato compiuto dal frantoio Batta di Perugia-San Girolamo: infatti dai 97/100 sono giunti a 98/100, sfiorando i massimi punteggi attribuiti dagli assaggiatori di Marco Oreggia.

L’Umbria inoltre entra nella TOP/20 con tre aziende: Azienda Viola, come migliore azienda; Marfuga/Riserva come miglior olio extravergine; Gaudenzi, come migliore rapporto qualità-quantità.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Lo chiamano “oro biondo” ed è una medaglia d’oro quella che le aziende umbre hanno diritto di attaccarsi al bavero della giacca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria Jazz, colpo di scena: l'annuncio ufficiale, progetto per quattro concerti ad agosto

  • Covid-19, quattro positivi asintomatici da Brunello Cucinelli: "L'isolamento ha evitato la trasmissione del virus"

  • Coronavirus, bollettino regionale del 31 maggio 2020: zero contagi, 17 le persone ricoverate

  • Offerte di Lavoro per Perugia e provincia: addetti al supermercato, farmacisti, operai, autisti e baby-sitter

  • Ragazza sparita di casa a Terni e segnalata a 'Chi l'ha visto', arrestata per rissa in corso Vannucci

  • Test sieroprevalenza: battere il Coronavirus, ma la metà degli umbri chiamati non risponde all'appello della Croce rossa

Torna su
PerugiaToday è in caricamento