menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

L'olio del frantoio perugino tra i migliori extravergini biologici del mondo

Lo dice a chiare lettere l’attendibile classifica stilata da Flos Olei, guida agli oli extravergini nel mondo che sarà in distribuzione dal prossimo 8 dicembre

L’olio Batta galoppa verso quota cento e sbaraglia concorrenti mondiali in materia di extravergini biologici.

Lo dice a chiare lettere l’attendibile classifica stilata da Flos Olei, guida agli oli extravergini nel mondo che sarà in distribuzione dal prossimo 8 dicembre.

La guida “Flos olei all extra virgin oil” – ci ricorda l’amico e collega Gino Goti – è un qualificato mezzo di informazione: completo, trasparente, utile sia ad appassionati che a produttori, importatori, distributori, tecnici.

Esperti di tutto il mondo selezionano e assaggiano migliaia di campioni di olio, stilando accurate classifiche allo scopo di fornire utili informazioni a lettori e consumatori sulle migliori aziende e sui migliori oli extravergini.

Al mondo risultano solo 7 le aziende (5 italiane, di cui una umbra, e 2 spagnole) che sono riuscite, per la prima volta, a raggiungere il massimo punteggio 100/100. A quota 98/100 sono 25 aziende al mondo (di cui 12 italiane e 2 umbre: Batta e Marfuga).

Quest’anno, un ulteriore passo avanti è stato compiuto dal frantoio Batta di Perugia-San Girolamo: infatti dai 97/100 sono giunti a 98/100, sfiorando i massimi punteggi attribuiti dagli assaggiatori di Marco Oreggia.

L’Umbria inoltre entra nella TOP/20 con tre aziende: Azienda Viola, come migliore azienda; Marfuga/Riserva come miglior olio extravergine; Gaudenzi, come migliore rapporto qualità-quantità.

Lo chiamano “oro biondo” ed è una medaglia d’oro quella che le aziende umbre hanno diritto di attaccarsi al bavero della giacca.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento