rotate-mobile
Mercoledì, 22 Maggio 2024
Attualità

L’Umbria investe sulla cybersicurezza: Polizia e Its Umbria Academy insieme per formare i futuri esperti del settore

Una formazione biennale e gratuita aperta a giovani diplomati che vedrà la partecipazione attiva della Polizia Postale. Il prefetto Gradone: “L’investimento nell’istruzione è l’investimento più importante che un paese può fare nei confronti dei propri giovani”

“Oggi la criminalità si muove nella rete” ha sottolineato il prefetto di Perugia, Armando Gradone, durante la conferenza tenutasi lunedì 31 luglio a Palazzo Donini. In questa occasione la Polizia di Stato, rappresentata da Michela Sambuchi, dirigente del Centro operativo per sicurezza cibernetica – Polizia postale e delle comunicazioni, e l’Its Umbria Academy con il suo presidente Marco Giulietti, hanno siglato un accordo per la formazione di una nuova generazione di esperti della sicurezza cibernetica. Il progetto risponde all’esigenza, di imprese e pubblica amministrazione, di formare tecnici superiori per la transizione digitale che impone l’adozione di importanti misure di rafforzamento delle difese cyber.

La firma è avvenuta alla presenza dell’assessore allo Sviluppo economico Regione Umbria, Michele Fioroni, del sindaco di Perugia, Andrea Romizi, di Maria Grazia Corrado, vicario del questore di Perugia, del prefetto di Perugia, Armando Gradone e di Donatella Tesei presidente della Regione Umbria. Oltre il plauso dei partecipanti per il progetto formativo, si è discusso a lungo sulla sicurezza informatica e la protezione dei dati personali e il sindaco Romizi ha sottolineato: “Nella società odierna, sempre più caratterizzata dalla commistione tra reale e virtuale la sicurezza informatica di cittadini, aziende e anche pubbliche amministrazioni è un tema che diventa ogni giorno più sensibile, sentito e centrale”. 

“Negli ultimi anni abbiamo potuto osservare come la pandemia e l’ampio ricorso alle tecnologie digitali, insieme agli eventi bellici in corso e agli attacchi hacker ai sistemi nazionali, abbiano posto in primo piano la necessità di affrontare il rischio cybernetico. Questa sfida è diventata una delle priorità per la sicurezza sia a livello nazionale che locale” ha spiegato l’assessore Fioroni.
E ancora: “Con questo accordo con la Polizia di Stato, Its Umbria riconferma la sua lungimiranza e capacità di recuperare il gap accumulato rispetto agli altri paesi europei, sul tema delle nuove competenze, in cui l’Italia è rimasta indietro rispetto agli altri paesi UE”.

La presidente Tesei ha evidenziato che: “Visti i continui attacchi alle istituzioni e ai privati dell’Umbria il corso che si va ad istituire è strategico per la Regione”. Gli attacchi informatici difatti, secondo il Rapporto Clusit 2023 dell’Associazione italiana per la sicurezza informatica, in Italia sono in crescita e stando ai dati emersi “rispetto al 2021 sono aumentati del 169%, di cui l’83% presenta gravità elevata o critica, e hanno rappresentato il 7,6% del totale. Il target maggiormente colpito è quello governativo militare al 20%, seguito dal 19% del settore manifatturiero”. 

Il nuovo percorso formativo rientrerà nell’ambito dell’attività di Its Umbria Academy, la scuola politecnica di istruzione terziaria in scienze e tecnologie applicate. Una formazione biennale e gratuita aperta a giovani diplomati e come ha spiegato Sambuchi: “Con questo accordo la Polizia Postale mette a disposizione la competenza, le risorse tecnologiche e l’esperienza maturata nel settore del contrasto al cybercrime al fine di sostenere la sfida della convivenza civile lanciata dalla criminalità informatica”. “La Polizia di Stato è orgogliosa di essere partner di questa qualificante attività formativa” ha sottolineato  Maria Grazia Corrado, vicario del questore della Provincia di Perugia. 

La cybersicurezza è dunque una sfida cruciale per le imprese e le istituzioni dell'Umbria e il corso rappresenta un importante passo per la promozione della cultura della sicurezza informatica oltre che un chiaro avvicinamento all’innovazione. Come evidenzia Giulietti si tratta di “formazione di alta qualità che avvicina le massime competenze alle necessità del mercato”. Il presidente di Its Umbria Academy ha poi ringraziato il sindaco Romizi: “Per la visione strategica e la scelta lungimirante, attenta all’innovazione e al futuro, che metterà a disposizione di Its Umbria Academy, nei prossimi mesi, i locali riqualificati dell’Ex Scalo Merci, a Fontivegge, per potervi ospitare le attività didattiche e laboratoriali dei propri percorsi curricolari sulle tecnologie digitali”.

Il percorso formativo, che vedrà l’avvio della sua seconda edizione nell’ottobre di quest’anno, è articolato in una fase teorica in aula e in una di tirocinio pratico operativo. “L’investimento nell’istruzione e in particolare in formazione mirata e specializzata – ha sottolineato Gradone, prefetto di Perugia – è l’investimento più importante che un paese può fare nei confronti dei propri giovani con l’obiettivo di creare le competenze necessarie alla crescita e indispensabili per la transizione culturale e tecnologica”. 

“Le nuove frontiere della digitalizzazione, così come l’avanzata esponenziale dell’Intelligenza Artificiale applicata ai più diversi settori della società, ci impongono di alzare la guardia. E per farlo abbiamo bisogno di figure professionali competenti e specializzate nel campo della cyber security. In quest’ottica quello di oggi è un accordo rilevante e cruciale. Un accordo che avrà ricadute importantissime sulla nostra quotidianità. E che ci permetterà di guardare al domani con maggiore tranquillità” ha concluso il primo cittadino.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’Umbria investe sulla cybersicurezza: Polizia e Its Umbria Academy insieme per formare i futuri esperti del settore

PerugiaToday è in caricamento