Pian di Massiano, via libera alla nuova area commerciale: approvata la modifica al piano regolatore

In consiglio comunale disco verde alla modifica per il 'recupero' dell'area ex Acap

Via libera. Da ex autorimessa e uffici a nuova area commerciale, con uffici direzionali e ristorazione. Il Consiglio ha approvato con 20 voti a favore, 7 astenuti e 3 contrari la modfica al piano regolatore di Perugia per la nuova area commerciale a Pian di Massiano. L'area, viene spiegato, sarà composta da  "attività commerciale per 2995 metriquadri, di cui  2290 di superficie destinata alla vendita; 465 metriquadrati per la ristorazione e 1192 (di cui 940 già autorizzati) per attività direzionale/artigianale".

La zona dove sorgerà la nuova area commerciale (con uffici direzionali e ristorazione) è costituita "da un’area occupata da volumetrie con destinazione ad uffici privati ed autorimessa automezzi", spazi che saranno dismessi  in conseguenza "alla delocalizzazione dell’attività di rimessa dei mezzi pubblici di trasposto, Acap-Sulga, in una struttura esistente nella zona industriale di Sant’Andrea delle Fratte", spiega Palazzo dei Priori.

Da qui la modifica al prg e la riqualificazione con l'area commerciale: "L’intervento  - sottolinea il Comune - non comporta alcun incremento del consumo di suolo in quanto tutte le superfici del lotto risultano già edificate ed asfaltate, mentre propone una notevole riduzione delle volumetrie ammesse dal Prg".


Come spiega il Comune, con una nota, Le Società “Coop. Acap srl” e “Sulga srl”, costituite in Consorzio, hanno presentato una proposta di piano attuativo, in variante al P.R.G., parte operativa, finalizzato a realizzare un intervento di trasformazione urbanistica in zona Pian di Massiano su un’area classificata dal vigente prg a le zone a “servizi generali - Sg”, “parcheggio privato - P”ed in minima parte Fascia di igiene ambientale, attualmente occupata da volumetrie con destinazione ad uffici privati ed autorimessa automezzi".

E ancora: "L’area classificata “Sg” ha una superficie fondiaria di circa 9567 mq e su di essa insiste un volume con destinazione a uffici ed autorimessa, mentre l’area destinata a “P” è di circa mq. 3000; l’area a servizi generali sviluppa una potenzialità edificatoria di mc 28700 (mq. 9567 di Suc), con altezza massima pari a mt. 15". 

Quindi, cosa succederà? Come spiegato ancora da Palazzo dei Priori "il piano attuativo propone la realizzazione di un intervento di ristrutturazione e riqualificazione dell’area sopradescritta mediante il recupero del capannone esistente e la realizzazione di un nuovo fabbricato e delle relative infrastrutture, per 4.652 metriquadri con destinazione a “servizi privati - Spr”".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento