Martedì, 19 Ottobre 2021
Attualità

Nuove "divise" per i volontari del Piedibus scolastico di Agello

I nuovi giubbetti catarifrangenti sono stati donati dalla proloco di Agello, in collaborazione con l’associazione amici di Nuova Alba

Quanto sia utile e prezioso il servizio del Piedbus per i bambini che a piedi possono raggiungere la scuola, accompagnati da volontari preparati, lo sanno bene soprattutto le famiglie che beneficiano di questa possibilità gratuita.

Ora, grazie alla proloco di Agello, in collaborazione con l’associazione amici di Nuova Alba, sono stati acquistati venti giubbetti dati in dotazione ai volontari che effettuano il servizio di piedibus per i bambini della scuola dell’infanzia e primaria situata nel centro storico di Agello.

Nato nel 2014 per iniziativa del Centro sociale anziani, il servizio consente agli studenti di poter raggiungere l’edificio scolastico, situato in un punto suggestivo del paese ma difficoltoso da raggiungere per il servizio di pullman, camminando a piedi, accompagnati per tutto il percorso da volontari. Un modo, nelle intenzioni di chi lo pensò, per far riscoprire anche il valore dello spostarsi in luoghi sicuri e protetti a piedi, quale strumento educativo.

“Si tratta di un servizio fondamentale – afferma Eleonora Maghini, assessore all’istruzione del comune di Magione – offerto oltre che dai volontari del Centro anziani e della proloco anche dai genitori che si susseguono negli anni e che hanno dato sempre il loro fondamentale supporto affinché il piedibus funzionasse”.  

“I bambini da piazza Agilla – spiega il presidente della proloco, Francesco Mezzetti – luogo in cui si ferma il pullman, raggiungono la scuola salendo la scalinata e percorrendo i piccoli vicoli del paese in tutta sicurezza proprio grazie a queste persone che tutti gli anni mettono  a disposizione il loro tempo dando un fondamentale supporto che a causa del ridotto numero di personale scolastico non potrebbe essere garantito”.

“I giubbetti catarifrangenti ad alta visibilità – aggiunge Gianni Dentini presidente dell’associazione Amici Nuova Alba e vicepresidente del Cisa di Magione quando venne istituito il servizio – non solo consentono di identificare il volontario perché su ogni capo è apposta la dicitura Piedibus ma costituiscono un ulteriore elemento di sicurezza per chi segue i bambini”.

Il centro anziani continua inoltre a sostenere il piedibus pagando l'assicurazione infortuni per i volontari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuove "divise" per i volontari del Piedibus scolastico di Agello

PerugiaToday è in caricamento