Attualità

Norcia, la fiaccola di San Bendetto pronta a illuminare i resti della Basilica

Domani (22 febbraio) l'accensione e poi la partenza con destinazione Budapest, prima tappa di un tour che si chiuderà con il rientro in città previsto per il 20 marzo

Tutto pronto a Norcia per l'accensione della Fiaccola Pro Pace et Europa Una sui resti della Basilica di San Benedetto a Norcia, che porta ancora i segni delle gravi ferite inferte dal terremoto del 2016. Una cerimonia, quella in programma domani (sabato 22 febbraio, ore 15:30), che si preannuncia densa di significati e di emozioni e che vedrà presenti i sindaci Nicola Alemanno (Norcia), Francesco Pelliccia (Subiaco) e Enzo Salera (Cassino). Folta anche la rappresentanzz religiosa con padre Benedetto Nivakoff (Priore della Comunità Monastica di San Benedetto in Monte di Norcia), don Donato Ogliari (Abate di Montecassino) e don Marco Rufini (Arcirpete della Parrocchia di Santa Maria di Norcia). Insieme alle delegazioni delle tre città saranno inoltre presenti le rappresentanze dei tre cortei storici dedicati a San Benedetto Patrono d'Europa, con la fiaccola che sarà accesa da un ragazzo del Corpo di Solidarietà Europea.

ROTTA SU BUDAPEST - La 'luce di San Benedetto' - prima di tornare come ogni anno il 20 marzo a Norcia dove il giorno successivo si chiuderanno le 'celebrazioni benedettine' religiosi e civili (in contemporanea con Subiaco e Cassino) - inizierà il suo 'Cammino' giovedì 27 febbraio con destinazione Budapest mentre l'anno scorso aveva toccato la città di Cracovia in Polonia, passando anche per Auschwitz e Birkenau. Particolarmente ricco il programma in terra ungherese per questo 2020, a partire dallo stesso pomeriggio quando le delegazioni di Norcia, Subiaco e Cassino presenteranno i propri territori nella sala Giuseppe Verdi dell’Istituto Italiano di Cultura con le Terre di San Benedetto, brand nel quale si identificano le tre città unite nel nome del Patrono d’Europa. 

IL TOUR - Nei giorni che seguiranno, l’Ambasciata italiana in Ungheria riceverà le delegazioni, accompagnandole negli incontri istituzionali che vedranno coinvolte autorità nazionali e locali. Il 29 febbraio, inoltre, il Messaggio di Pace di San Benedetto sarà introdotto all’interno del suggestivo Monastero di Pannonhalma, un luogo spirituale che dal 1212 è legato al Santo di Norcia. Nell’Abbazia saranno benedette e accese le tre torce che il 21 marzo, giorno della festa dedicata al Santo, irradieranno la luce di Benedetto dai tre monasteri ungheresi. Dopo il suo ritorno in Italia la Fiaccola sarà accolta domenica 8 marzo a Subiaco, presso il Sacro Speco e sabato 14 marzo a Montecassino, sulla tomba del Santo e a Cassino. Da qui, scortata dai gruppi podistici delle tre città, la staffetta con la fiaccola benedettina percorrerà interamente a piedi proprio il tracciato del ‘Cammino’ per far rientro a Norcia la sera del 20 marzo. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Norcia, la fiaccola di San Bendetto pronta a illuminare i resti della Basilica

PerugiaToday è in caricamento