La Natività, in gesso patinato, dello scultore perugino Massimo Azilli adorna la piazza della Fontana Maggiore

L'opera esposta nella vetrina della Banca di Credito Cooperativo di Mantignana

Vista alla vetrina della Banca di Credito Cooperativo di Mantignana di corso Vannucci una straordinaria Natività, in gesso patinato, dello scultore perugino Massimo Azilli.

Un’immagine irrituale e di notevole modernità, che rifugge dagli stereotipi figurativi di una rappresentazione convenzionale. Insomma: niente capanna e animali “riscaldanti” con Giuseppe e Maria in adorazione. Ma un’immagine densa di umanità, vestita di “normale” quotidianità, coi genitori che stringono al petto il neonato. In una dimensione protettiva, carica di affetto e preoccupazione per le sorti del bambino.

La materia è un gesso patinato con abiti punteggiati in diverse fasce a rappresentare il panneggio. Massimo Arzili, figlio d’arte, è il massimo esperto nell’utilizzo del gesso o scagliola scultorea. Alla bottega d’arte del padre Bruno, Massimo ha appreso le tecniche di manipolazione della forma e mimetismo di materiali. Com’è noto, alla fine del Cinquecento e nei primi anni del Seicento era in uso "imitare" marmi e pietre dure con una mescolanza dello stesso gesso, unito con colle naturali e pigmenti colorati. La scelta era legata alla carenza, e al costo elevato, di materiali di pregio. Ragion per cui si decise di ripiegare sul più economico gesso, elaborando una serie di procedimenti che lo facessero diventare “prezioso”.

Da qui le tecniche numerose e d’effetto, pienamente possedute da Massimo Arzilli. Con questa tecnica, lo scultore perugino ha posto mano all’ambizioso progetto di realizzare una sessantina di statue di santi che caratterizzano le chiese perugine. Gli auguriamo di riuscire nell’intento. Questa natività esposta alla BCC è un promettente primo step della serie.


 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Perugia: minorenne trovato in casa senza vita

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 12 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Umbria "arancione", Presidente Squarta: "E' assurdo". Lettera alle altre Regioni: "Uniti per ottenere subito soldi per i commercianti"

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 13 gennaio: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus, anche l'Umbria verso la "zona arancione": cosa si potrà fare e cosa sarà vietato

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'11 gennaio: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento