Musica in ospedale per pazienti grandi e piccini con Paolo Fresu e Daniele di Bonaventura

Concerto itinerante dei due artisti nelle corsie e nei reparti del Santa Maria della Misericordia

"Perugia è una città fondamentale nella mia vita artistica, ora lo è anche in quella umana", così Paolo Fresu, il trombettista italiano tra i più conosciuti della  musica jazz internazionale, al suo arrivo all’ospedale di Perugia, quattro mesi dopo la sua prima esibizione nelle corsie  del Santa Maria della Misericordia.

"Mi piace essere considerato un amico di Perugia e del suo presidio ospedaliero, una qualifica che  mi gratifica molto e di questo desidero ringraziare Antonio Onnis per questa opportunità; sentirsi utile agli altri, in un momento difficile della loro vita, mi emoziona" ha detto ancora Fresu.

Il maestro era accompagnato da Daniele di Bonaventura, artista suonatore di bandoneon con il quale collabora da tempo. Dopo una breve esibizione nella hall dell’ospedale il duo è stato accompagnato nelle strutture di degenza di Chirurgia Vascolare, Pediatria oncologia, Chirurgia Toracica, Ostetricia e Ginecologia e negli ambulatori di Radiologia e Radioterapia.

"L’estate scorsa - ha aggiunto Fresu - avevo promesso che sarei tornato per Natale per completare il giro in una struttura sanitaria così grande, ai miei auguri di buone feste aggiungo quelli auguro di tornare presto agli affetti familiari, mi rende felice  aver regalato loro anche solo un attimo in più di serenità".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di Bonaventura, marchigiano di Fermo, ha sottolineato la soddisfazione per aver regalato anche un pensiero musicale agli operatori sanitari: "La musica è fenomeno universale, ma per esperienza personale mi sento molto vicino a che chi si prende cura delle persone, è necessaria una sensibilità speciale che non dobbiamo mai dimenticare".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: 4 positivi a Passignano sul Trasimeno, il sindaco blocca eventi, feste e cerimonie

  • Tragedia in Grecia: a Solomeo l'ultimo saluto a Carlotta Martellini, fiore appassito troppo in fretta

  • L'ultimo saluto a Carlotta Martellini, il funerale fissato per sabato 1 agosto a Solomeo

  • Tragedia di Mykonos, Carlotta e la sua risata: il ricordo delle amiche. Il professore ai genitori: "Avete solo cercato la felicità di vostra figlia"

  • Scooter parcheggiato davanti alla porta di casa per una notte intera: "Complimenti, il centro è tutto tuo"

  • Coronavirus in Umbria, è un neonato il nuovo paziente ricoverato a Perugia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
PerugiaToday è in caricamento