Giovedì, 16 Settembre 2021
Attualità

La Stranieri commemora le vittime della pandemia col Requiem di Mozart

Un’iniziativa targata Agimus e Salvatore Silivestro

La Stranieri commemora le vittime della pandemia col Requiem di Mozart. Un’iniziativa targata Agimus e Salvatore Silivestro, infaticabile promoter di giovani talenti.

Un concerto che vuol essere una celebrazione della musica e dell’evento che ha coperto di lutto il mondo in questo triste periodo.

Un ricordo da proporre “con sobrietà”, dice il rettore Valerio De Cesaris introducendo l’evento.  La versione di Czerny del 1800 del requiem di Mozart è stata eseguita dall’Ensemble vocale-strumentale del Conservatorio Morlacchi di Perugia.

Una versione superba per 4 voci soliste e pianoforte a quattro mani. Preziosa la collaborazione del docente di Musica da Camera Costantino Mastroprimiano.

Alle tastiere Carolina Calabresi e Nicolò Biccheri.

Le voci, quelle del soprano Elena Antonini, del mezzosoprano Giulia Maccabei, del tenore Federico Savini, del basso Francesco Palmieri.

Un’esecuzione superba, un pubblico coinvolto fino alla commozione. Miracoli che solo la musica può realizzare. Come quello di far vibrare in sintonia i cuori e le menti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Stranieri commemora le vittime della pandemia col Requiem di Mozart

PerugiaToday è in caricamento