Attualità Centro Storico / Via Cartolari

Da via della Viola a via Cartolari, Il distretto degli artisti è qui: ecco l'ultimo murale "capolavoro"

Questo, come altre immagini sparse per via Cartolari e la successiva via della Viola, contribuiscono a fare di questa zona il distretto degli artisti. Appunto: la Montmartre perugina

In pieno sviluppo la Montmartre perugina: in via Cartolari cresce quel murale fortemente identitario. Lo sta realizzando un artista straniero (Rogerio Puhl) che indossa una maglietta con la scritta “Le arti in città” e che ci lavora solo di sabato. Ma, settimana dopo settimana, quel murale viene portato a compimento.

“È un’interpretazione della lotta fra San Giorgio e il drago”, dice in italiano stentato quel giovane artista. In effetti, si è presa qualche libertà che ne costituisce il valore aggiunto. La drammaticità è accentuata da un uso, intenso ed esclusivo, del bianco e nero. Innanzitutto è un santo bambino che l’artista identifica in San Francesco. Poi, il “protettore della città”, novello defensor civitatis dopo Ercolano, cavalca una specie di Grifo: non un ippogrifo di ariostesca memoria, ma un volatile a guisa di uccello, col becco adunco e le zampe artigliate. Proprio un Grifo… un po’ gallinaceo. E qui sta il riferimento all’animale simbolo della Vetusta.

L’eroe, a lancia distesa, scaccia e colpisce un branco di lupi famelici che lo inseguono e che, forse, vogliono entrare in città. Ed ecco spiegato il richiamo, invero poco francescano, a uno scontro, più che a un incontro con la bestia ammansita. Ma è evidente il nesso con la Fortitudo perusina. Sta di fatto che questo, come altre immagini sparse per via Cartolari e la successiva via della Viola, contribuiscono a fare di questa zona il distretto degli artisti. Appunto: la Montmartre perugina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Da via della Viola a via Cartolari, Il distretto degli artisti è qui: ecco l'ultimo murale "capolavoro"

PerugiaToday è in caricamento