Incidenti stradali, la statistica parla chiaro: ecco il mese, il giorno e l'orario più pericolosi

La Polizia municipale festeggia san Sebastiano. I dati di un anno di attività, i riconoscimenti a chi è andato in pensione e le scuole premiate per i progetti dedicati alla sicurezza

Gli incidenti sulle strade di Perugia aumentano e arrivano a 1358 nel 2018 (1146 nel 2017), una media di circa 4 sinistri rilevati ogni giorno. Il momento peggiore? I martedì di marzo all'ora di pranzo e possibilmente con il cielo sereno. A guardare i dati della Polizia municipale, resi noti in occasione della ricorrenza di San Sebastiano, patrono del Corpo, del totale degli incidenti, infatti, 209 si sono verificati proprio con l'arrivo della primavera, l'orario peggiore le 13: 101 sinistri. Il martedì è il giorno nero della settimana: 235, peggio del lunedì (223) e del sabato, relativamente più “tranquillo” con 193 episodi rilevati. E scarsa sembra l'incidenza delle condizioni meteo, se si considera che la maggior parte degli incidenti si è verificata con il cielo sereno, 872, con il cielo nuvoloso sono stati 223 e 166 con la pioggia. Con la nebbia, invece, 10. Segno, forse, che le condizioni difficili innalzano notevolmente il livello di guardia di chi si mette al volante. I dati degli incidenti, inoltre, parlano di 995 tra automobilisti e passeggeri risultati illesi, 347 feriti, 13 persone ricoverati in prognosi riservata e tre persone decedute.

Alto il numero delle vetture sorprese a circolare senza assicurazione (407), delle revisioni non effettuate (907) e dell'assenza di regolari documenti di circolazione e guida (257). In tanti ancora sono stati sorpresi senza cintura di sicurezza (87) o con il cellulare all'orecchio (65) nonostante la larga diffusione di auricolari e sistemi audio. Sono stati 327 i veicoli sequestrati o sottoposti a fermo amministrativo. In materia di sicurezza e decoro urbano, 296 gli accertamenti effettuati. Complessivamente gli accertamenti di violazioni al Codice della strada sono stati 61.782 (in calo rispetto alle oltre 63 del 2017), 13.117 invece gli interventi gestiti dalla centrale operativa (13.500 nel 2017). Ancora: 709 le auto rimosse in sosta d’intralcio alla circolazione e 307 quelle per cui è scattato il fermo amministrativo. Sul fronte controlli, quelli sul commercio in sede fissa (esercizi di vicinato – medie e grandi strutture di vendita) sono stati 57, mentre quelli su area pubblica in forma itinerante 337 e 445 i controlli effettuati su pubblici esercizi e circoli privati. Complessivamente sono stati elevati 449 verbali per violazioni diverse dal C.d.S (commercio, pubblici esercizi, polizia amministrativa, ecc. ) e 30 sequestri (di cui 5 di merce contraffatta e 25 in materia di commercio).

In materia urbanistica ed edilizia la Polizia municipale ha effettuato, nel 2018, 83 controlli, 42 in materia ambientale, 2.140 in materia di esposizione mezzi pubblicitari sulle strade o in vista di esse e 137 per occupazione di suolo pubblico.

Per quanto riguarda il rilascio dei permessi, si è assistito ad un incremento di quelli annuali, che nel 2018 sono stati 8.888 annuali, mentre nel 2017 erano stati 2.300 e ad una riduzione dei permessi giornalieri: 22.163 nel 2018 e 26.000 circa l’anno prima; 12.360, infine, gli accertamenti anagrafici. 124 i TSO eseguiti. Complessivamente, i 122 vigili attualmente in organico hanno svolto 1.428 ore di aggiornamento e 354 esercitazioni di tiro, mentre, in totale, i chilometri percorsi sono stati 454.779.

“Quest’anno – ha detto la comandante Caponi - è stata una festa di San Sebastiano in tono minore, ma non abbiamo voluto far mancare questa cerimonia perché è la parte più bella. Noi vigili siamo pochi e sempre di meno, ma ogni giorno ci mettiamo il cuore, in tutto ciò che facciamo.”

Un ringraziamento a tutto il Corpo proprio per l’impegno e la dedizione all’amministrazione e, quindi, alla città lo ha voluto tributare anche il sindaco Romizi, che ha aggiunto: “Stiamo lavorando per restituire al Corpo le condizioni adeguate per lavorare al meglio, con un confronto che non parte da oggi e che, certo, i progressivi tagli dei Governi nazionali non hanno facilitato. E’ fondamentale che vengano sbloccati i fondi, non solo per questo, ma anche per altri servizi dell’ente".

La cerimonia è stata anche l’occasione per consegnare i riconoscimenti per il servizio svolto al sottotenente Valter Branda, all’agente Emanuela Giorgettini e agli esecutori tecnici Massimo Olmetti e Sergio Trinari, dipendenti collocati a riposo durante il 2018. A consegnarli, con i ringraziamenti dell’amministrazione, è stato il sindaco Andrea Romizi.

Infine, come ogni anno, sono stati assegnati i premi in buoni libro e materiale didattico alle prime cinque classi del concorso dedicato ad Elisabetta Innocenzi, figlia del maresciallo Ermanno Innocenzi, deceduta in un incidente stradale. Il concorso, riservato alle classi quarte delle scuole primarie, è consistito nella realizzazione di un elaborato grafico, sull’attività della Polizia Municipale.

Per questa edizione, si è classificata prima la 4A della scuola primaria “Falcone e Borsellino” di Perugia, che ha ricevuto una borsa di studio di 800 euro; seconda classificata la 4A della “M. Lodi” di Mugnano (600 euro), mentre terza classificata è risultata la 4A della “Vittorio Trancanelli” di Cenerente (400 euro). Infine, quarte classificate ex equo, le classi 4A e 4B di Colle Umberto” e la 4A della “Anna Frank” di Pila.

“San Sebastiano, con il suo martirio – ha spiegato la comandante Caponi ai bambini presenti- ci insegna la coerenza, ci insegna a non vergognarci mai di portare avanti le nostre idee.” Ha quindi ringraziato i ragazzi e le loro insegnanti per la condivisione del percorso didattico.

“E’ fondamentale – ha detto, invece, l’assessore alla Mobilità Casaioli - che le regole si imparino da piccoli, perché è con il rispetto delle regole che si fa crescere una comunità e voi bambini siete il nostro futuro, è su di voi che facciamo affidamento”.

La Polizia municipale ha anche consegnato al professor Maurizio Caniglia, primario del reparto di Oncoematologia Pediatrica del Santa Maria della Misericordia di Perugia, un assegno di 1.130 euro raccolti tra i dipendenti per la cura dei piccoli malati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • In forma dopo i 40/50 anni, ecco la dieta giusta

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 21 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 25 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 26 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 23 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 24 novembre: tutti i dati comune per comune

Torna su
PerugiaToday è in caricamento