La nuova Farmacia di Monteluce è un altro tassello della rinascita del quartiere

Sepolta la Monteluce tutta ospedale ed università, ora sta prendendo forma il quartiere residenziale per tutti, ad un passo dal centro, con servizi, scuole e salute


Le farmacie comunali sono sempre di più punti di riferimento per la salute - più servizi e prevenzione, non solo farmaci - dei cittadini di Perugia. Per questo i vertici di Afas continuano a rinnovare i locali: l'ultimo taglio del nastro riguarda Monteluce, un restyling che è in linea con l’attività di riqualificazione di tutte le sedi presenti nel capoluogo.

Nel corso dei lavori a sorpresa è riemerso su una colonna interna alla farmacia un murales dell’artista Adelmo Maribelli, assistente di Dottori, che verrà recuperato grazie all’incarico affidato alla restauratrice Alessia Fumi.  L'Afas è da sempre d'altronde all'arte: innanzitutto perché l’azienda è partner del progetto Art Bonus volto al restauro del portone dell’ex ospedale di Monteluce; per sostenere questo progetto tutti i cittadini potranno acquistare  all’interno delle varie farmacie Afas una litografia, devolvendo il ricavato alla riqualificazione del portone. In secondo luogo il punto vendita di Monteluce è farmacia dell’arte perché, per caso fortuito, qui è stato rinvenuto un murales dell’artista Adelmo Maribelli che, a breve, sarà oggetto di un restauro.

Per il presidente Virgilio Puletti il compito di Afas in questo contesto è di investire  sulla città e, dunque, sulle varie farmacie perché diventino sempre più luoghi accoglienti e confortevoli.                                    

"L’inaugurazione rappresenta - ha spiegato nel giorno dell'inaugurazione l'assessore al bilancio Bertinelli - un momento bello in cui Afas ridona al quartiere un’entità economica e di servizio di grande rilievo che insiste in un’area dove sono in atto importanti opere di riqualificazione: la nuova Monteluce, la chiesa parrocchiale e soprattutto il recupero dell’ex convento, f ortemente voluto dal Comune con l’obiettivo di ubicare al suo interno gli uffici dell’Ente. Dei progetti a largo respiro, quindi,  destinati a ridare lustro ad un quartiere che ha subito grandi trasformazioni, perdendo .importanti funzioni soprattutto sanitarie ed universitarie". 

Ora, grazie alla coniugazione tra tanti fattori (afas, Comune, parrocchia, nuova Monteluce) vi è la ragionevole speranza che il quartiere torni presto a prosperare. L’assessore a i servizi sociali Edi cicchi, nel portare i saluti del sindaco Romizi, ha posto l’accento sull’importanza degli interventi di rinnovamento delle sedi Afas, da sempre azienda chiamata a svolgere un servizio sociale fondamentale per la città, garantendo un’assoluta vicinanza alle persone. L’assessore Cicchi, oltre ai temi sociali e sanitari, ha poi evidenziato che si sta lavorando per togliere alla città una patina di ruggine per riportare alla luce tante cose di valore. La cerimonia si è conclusa con la benedizione impartita dal parroco di Monteluce Don Nicola Allevi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Umbria, dramma in casa: uccide moglie e figlia e poi si toglie la vita

  • L'Umbria in tv, Linea Verde alla scoperta delle nostre meraviglie: quando vedere la puntata

  • Maltempo, il Comune di Perugia tiene chiuse scuole e Università: ordinanza del sindaco

  • Università di Perugia, premiati i migliori laureati del Dipartimento di Scienze Farmaceutiche: tutti i nomi

  • Spray urticante nei corridoi del Pieralli, nove ragazzi in ospedale per lesioni

  • La fortuna bacia Perugia, super vincita con una schedina da tre euro

Torna su
PerugiaToday è in caricamento