menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Monteluce, farmacia Afas numero 6: i lavori svelano un murale d’autore

Ora si tratta di riportare alla luce tutto quello che resta da scoprire sotto l’intonaco. Non si sa se si tratti di affresco o di pittura a secco con tempere

Farmacia Afas numero 6, in quel di Monteluce. E i lavori svelano un murale d’autore. Lavori in corso per rifare il look alla farmacia, posta a lato della chiesa di Santa Maria Assunta, alle spalle del Monumentino, recentemente restaurato con l’Art Bonus “curis et impensis” dei fratelli Stafficci, monteluciani doc.

Togliendo pannellature e scaffali, che ti esce? Una colonna svela la pittura murale. Che si pensa? Ma, naturalmente, a Gerardo Dottori che in quel di Monteluce lasciò impronta di sé nella Cappella della Maternità, alla fine del lungo corridoio coperto e fortunatamente recuperata dopo gli atti vandalici cui fu sottoposta.

Ma quella decorazione geometrica non porta lo stigma figurativo dottoriano bensì di altri. Si pensa di potervi individuare la mano di Adelmo Maribelli. Massimo Duranti, fondatore degli Archivi Dottori e monteluciano, si è recato sul posto per un sopralluogo ed ha ovviamente escluso la mano dell’aeropittore. Si è presentata anche la restauratrice Alessia Fumi, nipote del celebre muralista Lanciotto, autore delle decorazioni della “Casa dei cerbiatti” in cima a via Cialdini.

In mattinata – dicono gli operari al lavoro – dovrebbe arrivare anche qualcuno della soprintendenza. Sta di fatto che la colonna propone, su un lato, una decorazione geometrica colorata che si vorrebbe attribuire a Maribelli. Una delle altre quattro facce della colonna ha una decorazione meno evidente. Una terza faccia ha poco. La quarta… niente.

Ora si tratta di riportare alla luce tutto quello che resta da scoprire sotto l’intonaco. Non si sa se si tratti di affresco o di pittura a secco con tempere. È certo che non siamo in presenza di una strepitosa opera d’arte, ma di una semplice decorazione. Resta comunque una scoperta di valore storico e artistico da mettere a fuoco nella sua reale consistenza.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, bonus di 2400 euro: ecco a chi spetta

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento