Cinque autobus di fedeli, cardinali, vescovi e sindaci per salutare l'ingresso in diocesi di monsignor Paolo Giulietti

Domani la solenne cerimonia a Lucca. Il sacerdote lascia Perugia dopo cinque anni come vescovo ausiliare del cardinale Gualtiero Bassetti, presidente della Cei

Don Paolo Giulietti, il parroco scout e pellegrino, il vescovo con le scarpe da ginnastica, lascia Perugia e prende possesso della sua nuova diocesi, quella di Lucca.

E domani, domenica 12 maggio alle 18, nella cattedrale di San Martino di Lucca, sarà accompagnato dal cardinale Gualtiero Bassetti, arcivescovo di Perugia e presidente della Cei, Giuseppe Betori, arcivescovo di Firenze e presidente della Conferenza episcopale toscana (Cet), originario di Foligno, saranno presenti l’arcivescovo di Spoleto-Norcia e presidente della Conferenza episcopale umbra (Ceu), mons. Renato Boccardo, il vescovo di Foligno, mons. Gualtiero Sigismondi, l’emerito di Gubbio, mons. Mario Ceccobelli, il neo vescovo ausiliare di Perugia, mons. Marco Salvi, l’arcivescovo emerito di Siena-Colle Val d’Elsa-Montalcino, mons. Antonio Buoncristiani, originario di Cerreto di Spoleto, e tra i presuli toscani legati alla terra umbra mons. Riccardo Fontana, arcivescovo di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, già di Spoleto-Norcia e vice presidente della Ceu. Non mancherà neppure una rappresentanza delle Istituzioni civili del capoluogo umbro guidata dal suo primo cittadino.

Don Paolo Giulietti, dopo aver svolto il servizio di vescovo ausiliare di Perugia per cinque anni, è stato nominato arcivescovo di Lucca il 19 gennaio, chiamandolo alla guida di una delle diocesi più antiche d’Italia (risalente tra il II e il III secolo), immediatamente soggetta alla Santa Sede. Ad accompagnare l'ingresso in diocesi un nutrito gruppo di pellegrini della Confraternita di San Jacopo de Compostela di Perugia e una folta delegazione di fedeli perugino-pievesi e non solo, che giungerà con cinque autobus di cui quattro dalla Parrocchia di Ponte San Giovanni, dove monsignor Giulietti è stato parroco.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 30 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 3 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 29 novembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa al 2 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • Coronavirus in Umbria, la mappa all'1 dicembre: tutti i dati comune per comune

  • La Liguria ritorna in zona gialla mentre l'Umbria resta arancione: eppure i dati parlano chiaro, situazione migliore da noi...

Torna su
PerugiaToday è in caricamento