rotate-mobile
Venerdì, 12 Agosto 2022
Attualità

INVIATO CITTADINO Ballando, ballando. Perugia, capitale della milonga

L’Arena del Borgo Bello è diventata un polo d’attrazione per i tangueiros dell’Italia centrale

Ballando, ballando, si vince l’afa e si sperimentano nuove amicizie. Perugia, capitale della milonga. L’Arena del Borgo Bello è diventata un polo d’attrazione per i tangueiros dell’Italia centrale.

Grazie all’iniziativa di Maria Sara Manganelli e Costanza Cavalaglio, che fungono da dinamiche organizzatrici, validamente affiancate da tanti appassionati. Ne avevamo anticipato le intenzioni in un servizio del marzo scorso. 

Dopo la chiusura della scuola di via dei Priori, ex Open Space, i tangueros perugini trovano casa all’Oratorio di Santa Cecilia

Ora quei propositi hanno trovato seguito, grazie alla sinergia con tre Associazioni di quartiere: il Borgo Bello di Luana Cenciaioli, il Teatro di Figura di Mario Mirabassi, il Circolo del Tempobono di Enzo Garghella. 

FOTO - Ballando, ballando. Perugia, capitale della milonga

 

(foto esclusive Sandro Allegrini)

La prima ha dato supporto, la seconda ha fornito la corrente elettrica per illuminare la pista ed alimentare le apparecchiature, il Circolo ha messo a disposizione il bar e i servizi igienici.

Così è stato pienone. In un bailamme di musiche “proibite”, strusci (che garantiscono) sensuali, ma non “sessuali”. Mah!

Ce ne sono di cose da imparare da uomini (spesso attempatelli) e fiori di ragazze che informano il cronista, antico cultore del ballo “del mattone”.

Alla Milonga non si fanno “magre”. La dama non rifiuta mai un invito del cavaliere. Anche perché lo rassicura in anticipo con uno sguardo invitante o un cenno del capo. Si va, si imbraccia e… si abbraccia.

E si tiene piazza per tre balli: dello stesso genere. Valzer, tango o milonga. Scopriamo che “milonga” è il nome di una ballo molto vezzoso e libero. Ma il termine designa anche una serata di ballo come quella, frequentatissima, di ieri sera.

Uomo e donna debbono entrare in simbiosi, stare molto concentrati, intuire e assecondare i movimenti previsti dal partner. Non c’è tempo per pensare allo struscio. Ma qualche sospetto ci resta.

E poi vediamo donne seducenti cambiarsi le scarpe, sorridere a viso aperto, invitare (quasi) al ballo.

Insomma: perugini, siete avvertiti. Mercoledì prossimo, venite all’Arena del Borgo Bello. Senza mogli. Ma solo per ballare, s’intende.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Ballando, ballando. Perugia, capitale della milonga

PerugiaToday è in caricamento