rotate-mobile
Venerdì, 7 Ottobre 2022
Attualità

Migliorare i collegamenti esterni e promuovere la vocazione turistica dell'Umbria potenziando la linea ferroviaria regionale

Firmato il protocollo d’intesa tra Ministero, Regione Umbria e RFI per il potenziamento della linea ferroviaria Foligno-Perugia-Terontola. C'è anche la stazione all'aeroporto

Potenziamento della linea ferroviaria Foligno-Perugia-Terontola, è stato firmato il Protocollo d’intesa tra il Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (Mims), la Regione Umbria e Rete Ferroviaria Italiana (Gruppo FS) per la costituzione di un gruppo di lavoro finalizzato a definire le modalità di attuazione del progetto.

Il nuovo Contratto di Programma 2022-2026 – Parte investimenti - tra Mims e RFI, approvato dal Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile (CIPESS) il 2 agosto, prevede un investimento per la prima fase del progetto pari a oltre 105 milioni di euro.

“Come più volte sottolineato e chiaramente descritto nei documenti strategici predisposti dal Ministero, il potenziamento delle linee ferroviarie rientra a pieno titolo nella nostra visione di mobilità sostenibile, che punta a unire i territori e a migliorarne l’accessibilità attraverso collegamenti efficienti, veloci e a basso impatto ambientale” ha spiegato il ministro Giovannini.

Il potenziamento della linea favorirà gli spostamenti nel Centro Italia di studenti e lavoratori e il rilancio economico delle attività locali, collegando le località turistiche. Nel progetto è previsto anche il potenziamento della nuova stazione di Perugia Aeroporto. 

“La firma di oggi del Protocollo d’Intesa è un nuovo importante passo in avanti nella direzione del miglioramento del collegamento ferroviario Foligno-Perugia-Terontola - ha affermato la Presidente della Regione Umbria, Donatella Tesei - che passa anche attraverso una diminuzione dei tempi di percorrenza e una maggiore regolarità del servizio. Il perfezionamento dell’asse ferroviario in questione non solo è utile al collegamento orizzontalmente della nostra regione toccando territori nevralgici, ma permette anche di raggiunge più agevolmente due snodi fondamentali come Foligno (sulla direttrice Lazio-Marche) e Terontola (Lazio-Toscana)”.

“Il potenziamento della linea ferroviaria Foligno - Perugia- Terontola è da sempre strategico ed essenziale per l’Umbria - ha aggiunto l’Assessore ai Trasporti della Regione, Enrico Melasecche - e nell’assetto che va consolidandosi, assume un ruolo che, alla luce del potenziamento della Orte- Falconara, va oltre la funzione di principale ramo del sistema del trasporto ferroviario interno alla regione, candidandosi a collegare l’area più densamente abitata della regione (compresa tra Foligno e Corciano) e che include anche l’aeroporto Internazionale San Francesco, ai nodi di Roma e Firenze”.

“Il protocollo d’intesa siglato oggi si inserisce nella strategia di RFI per il potenziamento e miglioramento delle infrastrutture ferroviarie dedicate al trasporto locale - ha dichiarato la AD di RFI Vera Fiorani - è per noi una priorità garantire dei collegamenti sempre più efficienti, veloci e sostenibili a chi si sposta per lavoro, studio e turismo nella propria regione e fra regioni vicine. Il gruppo di lavoro individuato con il Mims e la Regione Umbria, che vede al suo interno professionalità di altissimo livello – ha concluso - mira proprio a raggiungere tali obiettivi, in particolare allo sviluppo e alla velocizzazione della linea Foligno-Perugia-Terontola”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migliorare i collegamenti esterni e promuovere la vocazione turistica dell'Umbria potenziando la linea ferroviaria regionale

PerugiaToday è in caricamento