rotate-mobile
Attualità

INVIATO CITTADINO Mercato Coperto, ancora qualche riflessione sulle criticità rilevate dai lettori

Ascensore, piani, fermate. Aspettando domani

Mercato Coperto. Ancora qualche riflessione sulle criticità rilevate dai lettori. Ascensore, piani, fermate… ma anche aspetti positivi. In attesa della riapertura di domani.

Immotivata la contestazione riferita alle difficoltà di accesso per i disabili. Ossia alla questione del raggiungimento del piano intermedio con l’ascensore. Ci riferiamo al livello della Pescheria di Bolsena, situata a una specie di ammezzato, al quarto piano, che sbocca nella seconda parte più alta dell’edificio, poco sotto le Logge dei Lanari.

Dalla pulsantiera, fino a qualche giorno fa era disabilitata la possibilità di fermarsi al piano commerciale (il 4°). Ora invece l’ascensore più interno è attivo, ma ancora la scritta non lo prevede, (foto). 

FOTO - Mercato Coperto: ascensore, piani, fermate

Il fatto che ci sia una porta (4° piano) per ciascuno dei due ascensori rimuove e rende immotivata qualsiasi preoccupazione di merito. C’è però chi esprime dubbi per la manovrabilità delle carrozzine per disabili che forse non ce la fanno a girare da quello più interno. Insomma, l’assurdo è che sia attivo l’ascensore più interno, dal quale i disabili non ce la fanno a girare la carrozzella. E non quello più esterno, dal quale è comodo uscire. Ma la questione sarà risolta prima dell’apertura della pescheria, prevista per domani. Rendendo operativo anche l’altro ascensore.

La questione scala mobile sarà da verificare appena attivata. Per ora la si può confusamente osservare dall’esterno. Ma siamo confidenti del fatto che (a parte un’inclinazione veramente notevole) non ci sono ragioni per le quali non debba ben funzionare. Resta comunque il fatto che quel tamburlano impatta la visuale e annulla l’effetto cannocchiale, come riferito nell’edizione di ieri. 

INVIATO CITTADINO Mercato Coperto. Con quella scala mobile impattante tra i piedi, si perde del tutto l’effetto cannocchiale’

Reale il problema delle temperature. Quell’ascensore è un forno crematorio d’estate e una ghiacciaia in inverno. L’Inviato Cittadino evidenziò la questione in un servizio del luglio 2021 in cui si lanciava lo slogan: “Sei mesi d’inverno, sei mesi d’inferno”.

Ci fu chi rispose trattarsi di una questione di lana caprina. “Tanto ci si resta per meno di un minuto”. 

INVIATO CITTADINO Ascensori del Mercato Coperto, quante lamentele! E' una questione di temperatura...

Risposta banalotta o salvataggio in corner. Non si capisce, infatti, perché – con quello che costa la sosta al parcheggio del Mercato – ci si debba arrostire o congelare. Sebbene per un tempo limitato. Peraltro, l’installazione di un semplice condizionatore dotato di inverter (freddo/caldo) sarebbe operazione rapida ed economica. Qualche centinaio di euro sono poca cosa rispetto ai milioni (ben?) spesi.

Basterebbe dire ‘non ci avevamo pensato’ e provvedere alla bisogna. In fondo, l’esperienza porta frutti a cose fatte. E non si tratta di mettere in croce progettisti o esecutori. Si tratta, invece, di rilevare l’esistenza di un problema (tangibilmente verificabile) e adoperarsi per risolverlo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Mercato Coperto, ancora qualche riflessione sulle criticità rilevate dai lettori

PerugiaToday è in caricamento