rotate-mobile
Attualità

Mensa scolastiche: Perugia al nono posto nazionale, ma cresce il punteggio di affidabilità

Il dato emerge dell'ottava indagine di di Foodinsider che fotografa lo stato della mensa e ne traccia l’evoluzione, per scoprire la quantità di scarti, le best practice e i Comuni che migliorano

Perugia si conferma tre le prime 10 realtà più virtuose d’Italia, mantenendo la nona posizione, ma con un punteggio crescente nell’indagine annuale di Foodinsider che fotografa lo stato della mensa e ne traccia l’evoluzione, per scoprire la quantità di scarti, le best practice e i Comuni che migliorano: nel 2022 il Capoluogo dell’Umbria si era attestato a 145, mentre nel 2023 sale a 153. Perugia precede città come Roma (12° posto), Bologna (14°), Milano (24°) e Firenze (31°) ribadendo il primato regionale visto che Terni si ferma al 20° posto, mentre Spoleto al 26°. In cima alla classifica nazionale rimane saldamente Fano, davanti a Cremona e Parma.

L’8° rating fa emergere in Italia il problema dello scarso consumo di cibo in mensa, questione principale da risolvere. Ci sono troppi bambini che “rifiutano il cibo a priori” (il 35% dei casi secondo i dati del sondaggio), mentre il 31 ha “paura di assaggiare nuovi piatti” %; solo il 14% sembra “mangiare con gusto”.

Cresce il legame delle mense con il territorio, visto che un buon 29% del campione analizzato è ben radicato sul territorio da cui si rifornisce con più di 10 prodotti locali a settimana, mentre un 13% ne acquista almeno 5.

“Accogliamo con soddisfazione i risultati dell’ottava edizione del rating delle mense scolastiche – commenta il vice sindaco Gianluca Tuteri - perché ribadiscono la qualità del servizio offerto nel Comune di Perugia, posizionando ancora una volta e saldamente la nostra città tra le prime dieci in Italia. Grazie al lavoro di squadra ed alla stretta collaborazione tra tutte le componenti coinvolte (uffici comunali, genitori, società gestrice del servizio) è stato possibile ancora una volta raggiungere il primo posto in Umbria ed uno dei migliori in Italia puntando su alcuni punti di eccellenza consolidati, ossia qualità del cibo, equilibrio della dieta, riduzione dell’impatto ambientale, programmazione”.

“Sull’educazione di genitori e bambini/e– spiega il vice sindaco - c’è ancora tanto da fare: non a caso è uno degli argomenti della “scuola per genitori” che stiamo promuovendo all’interno dei nostri asili. Il pasto è il primo momento di relazione con il mondo esterno ed un buon approccio ad esso è da guida ai rapporti futuri con cose e persone. Infatti i primi assaggi alimentari si indicano più come nutrimento per il cervello che per lo stomaco visto che i bambini più selettivi nel mangiare sono quelli più timorosi ad aprirsi agli altri”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mensa scolastiche: Perugia al nono posto nazionale, ma cresce il punteggio di affidabilità

PerugiaToday è in caricamento