rotate-mobile
Attualità Magione

VISTI PER VOI Al Mengoni un efficace spettacolo di teatro civile con Ottavia Piccolo su testo di Stefano Massini

Il racconto appassionato di una difficile fase politica attraversata dal nostro Paese

Al Mengoni, un efficace spettacolo di teatro civile con Ottavia Piccolo, su testo di Stefano Massini.

Il racconto appassionato di una difficile fase politica attraversata dal nostro Paese.

Un modo di fare storia senza supponenza pedagogica, ma con persuaso ‘impegno’ (parola che evoca tempi in cui l’intellettuale si sentiva investito del compito di educatore).

La vicenda, politica e umana, è quella di Elda Pucci, pediatra al servizio dei più poveri. A Palermo (era il 1983), per la prima volta nella storia della città, viene eletta sindaco.

Ma la sua esigenza di chiarezza e moralità fa a cozzi con un sistema corrotto e compiacente. Fino a quando, nemmeno un anno dopo, la Pucci viene sfiduciata, causa la mancata approvazione del bilancio. Un modo surrettizio di togliere di mezzo chi voleva recidere i rapporti col mondo mafioso delle cosche e degli affari.

Poi vengono le bombe alla casa di Piana degli Albanesi. E poi ancora l’assassinio del Generale Dalla Chiesa, di Piersanti Mattarella, di Pio La Torre, dello scrittore Pippo Fava, il cemento di Vito Ciancimino, gli Inzerillo, i Badalamenti, i Buscetta, l’avvento di Totò Riina.

Tutto questo, dietro il titolo di “Cosa Nostra spiegata ai bambini”. Che siamo tutti noi.

Raccontato con parole chiare. Definitive.

Il tutto declinato in dieci step, intitolati ad altrettanti piccoli protagonisti: Gegé, Ruggero, Sasà… i suoi pazienti dei quartieri poveri ai quali ha fornito gratis assistenza, cibo e medicine.

Un monologo che cerca un dialogo. Con tutti noi.

Anche tramite l’accorta mediazione della musica. Proposta dai Solisti dell’Orchestra Multietnica di Arezzo. I quali, con discrezione, stanno dietro il telino che ne rivela appena le immagini. Ma lavorano in piena sinergia con un’attrice grandissima e con un testo, come quello di Stefano Massini. Che, fin dai tempi de “L’ora di ricevimento” (prodotto dal nostro Teatro Stabile) si propose come autore in cui responsabilità civile e scrittura si riconducono ad unità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

VISTI PER VOI Al Mengoni un efficace spettacolo di teatro civile con Ottavia Piccolo su testo di Stefano Massini

PerugiaToday è in caricamento