Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Servizio 118 al Trasimeno, il senatore Briziarelli contro il "taglio" del medico: "Scelta assurda"

Il parlamentare della Lega ha chiesto il diretto intervento della presidente della Regione Donatella Tesei

Il senatore della Lega Luca Briziarelli ritiene "assurda" la decisione della direzione sanitaria di tagliare il medico del servizio 118 al Trasimeno e chiede l'intervento della presidente Tesei.

“E’ incomprensibile come la Direzione abbia deciso di risolvere il problema relativo alla copertura delle postazioni del 118 di Passignano e Città della Pieve, rimuovendo un medico di guardia notturno dall’Ospedale di Castiglione del Lago - si legge in una nota del senatore Briziarelli - A questo punto non possiamo che affidarci direttamente alla presidente Donatella Tesei”

Per Briziarelli la Direzione sanitaria  "ha pensato di risolvere il problema in questo modo, ma la presidente Tesei e l’assessore Coletto si sono sempre espressi sulla necessità di tener conto delle peculiarità dei singoli territori e il turismo per l’area del Trasimeno è determinante. Auspico quindi che possano trovare una soluzione reale, e non estemporanea, come quella individuata dalla Direzione, per poter garantire ai territori del lago le giuste risorse mediche, senza andare a intaccare i presidi sanitari del territorio, per di più in un periodo così particolare, in cui il turismo è fortunatamente in ripresa e deve essere sostenuto"

Il senatore leghista ha espresso "sin da subito contrarietà nei confronti di una scelta incomprensibile come quella di ridurre il servizio 118 in piena stagione turistica, con la necessità quindi di difendere tutti i presidi 118 dell’area del Trasimeno (Passignano sul Trasimeno, Città della Pieve e Castiglione del Lago). La soluzione paventata, invece, non fa altro che spostare il problema da un presidio all’altro. Continuo a ribadire che in attesa di completare quanto prima le procedure di assunzione e potenziamento di personale medico della Asl, per sopperire alle carenze ereditate dalle passate gestioni, lo sforzo debba essere chiesto ad altre zone della nostra regione, non interessate da forti flussi turistici stagionali come quelli dell’area del Trasimeno, ad esempio l’alta Umbria" conclude la nota.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Servizio 118 al Trasimeno, il senatore Briziarelli contro il "taglio" del medico: "Scelta assurda"

PerugiaToday è in caricamento