Domenica, 14 Luglio 2024
Attualità

Esame di Stato a Perugia: cronache dal primo giorno di maturità

Fra Ungaretti e Pirandello le studentesse e gli studenti hanno affrontato il tema d’italiano

Mercoledì 19 giugno, Perugia. Prima prova scritta dell’esame di Stato, tema d’italiano. A ogni scuola la sua traccia, a ogni indirizzo il suo spauracchio. Il primo giorno della maturità ha delineato gli umori di 7.516 studenti umbri, le preoccupazioni e le soddisfazioni. 

C’è chi ieri è andato a letto presto, chi non ha dormito e chi come Lucia Carnevali, insieme ai suoi compagni del liceo Classico Mariotti, si è recata fuori scuola per cantare la celebre canzone di Antonello Venditti “Notte prima degli esami” colonna sonora che si tramanda da generazione in generazione. 

La professoressa Assunta Casagrande del liceo Artistico Bernardino di Betto osserva un mattino senza ritardi segnato dalla serenità e dalla precisione degli alunni: “Gli studenti, tutti puntuali e visibilmente emozionati, sono arrivati alle 8.15 e dopo le necessarie formalità burocratiche la prova è iniziata alle 9.07”. È un giorno speciale anche per lei, professoressa nella commissione del liceo Artistico con una figlia che affronta lo stesso esame, ma come studentessa, al liceo Scientifico scegliendo la traccia B2.

Casagrande spiega che fra gli alunni è stata una sorpresa la presenza di Giuseppe Ungaretti nelle prove, un autore che negli ultimi dieci anni era già apparso frequentemente. Molti invece si aspettavano Luigi Pirandello che al contrario non compariva da molto tempo. Tuttavia le tracce letterarie sono state scelte in minoranza e molti fra studentesse e studenti del Bernardino di Betto hanno optato per la traccia C2, apprezzata perché trattava argomenti di attualità e di interesse quotidiano. 

Greta Boccini, dal Liceo Assunta Pieralli, ha scelto la traccia su Pirandello trovando conforto nella familiarità dell’autore e nella profondità dei suoi personaggi: “Amo il suo modo di esplorare la complessità umana e il concetto di entità. È uno dei miei autori preferiti” ha sottolineato. 

Al liceo Classico Mariotti, Giovanni Minelli ha optato per esplorare i dilemmi etici dell’intelligenza artificiale collegando le visioni di Pirandello con i dubbi del nostro tempo. “Ho iniziato con un estratto che rifletteva sul declino della società a causa dello sviluppo industriale per poi esplorare le implicazioni dell’IA” racconta lo studente. 

Sempre al Mariotti Margherita Vinti ha ampliato il suo discorso collegando Pirandello ad altri autori italiani e latini: “La scelta della traccia non è stata casuale - dice con un sorriso - Volevo esplorare come le tematiche di Pirandello risuonano in diversi autori”.

Oggi gli studenti di Perugia hanno dunque affrontato il primo giorno della maturità con vari sentimenti, dalla serenità al nervosismo. Mentre alcuni guardano con fiducia alle prove di domani, come le studentesse e gli studenti del liceo Artistico, altri sono preoccupati. Le tensioni aumentano allo Scientifico per la matematica e al Pieralli per il diritto, mentre al Classico qualcuno spera e prega per una versione di Plutarco. 

Ecco le tracce della prova di italiano

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Esame di Stato a Perugia: cronache dal primo giorno di maturità
PerugiaToday è in caricamento