menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Un matrimonio italo - indiano da favola: quattro giorni di festa e 200 invitati, gli sposi scelgono l'Umbria

Grande festa per tutto il paese: questa giovane coppia ha scelto la nostra terra per suggellare il loro amore

Lui, cardiologo londinese di origine indiana, lei invece radiologa di Piacenza. Anish e Giulia, per suggellare il loro amore hanno deciso di pronunciare il fatidico “Sì” in Umbria, in una location da sogno. Proprio a Todi scelto hanno scelto di scambiarsi le promesse di amore eterno, con una grande festa di ben quattro giorni, dal 20 al 23 settembre.   L’Umbria è una regione che i due conoscono bene perché il padre della sposa è originario di Città di Castello, ma non è l’unico motivo di questa scelta.

“Siamo molto legati a questa terra e ci piace da morire - spiega la sposa - in particolare Todi con i suoi straordinari monumenti e paesaggi è davvero un luogo speciale. Inoltre avendo così tanti invitati abbiamo trovato in città la possibilità di accoglierli tutti in strutture ricettive adeguate e poste anche a poca distanza l’una dall’altra: altrove non sarebbe stato così semplice sistemare tante persone in modo comodo e funzionale”.

“Insomma scegliendo Todi - aggiunge Giulia - abbiamo la possibilità di dare vita a una grande festa partecipata e condivisa e di donare anche ai nostri ospiti un bel weekend di relax in un luogo bellissimo, immersi nel verde”.

Un evento importante quindi che terrà insieme divertimento, allegria, musica e intrattenimento, ma anche religione e spiritualità, con il doppio rito nuziale, induista e cattolico: venerdì si terrà la cerimonia induista, presso l’hotel Bramante, sabato quella cattolica al Tempio della Consolazione.

E anche la compagnia sarà un vero e proprio melting pot di lingue, etnie e culture diverse: gli invitati - più di 200 - arrivano infatti da diverse parti d’Italia, da Londra e da altre zone dell’Inghilterra, da Spagna, Olanda, Svizzera e America. Per chi vorrà, nel corso dei quattro giorni, ci sarà inoltre del tempo libero e quindi la possibilità di visitare Todi e l’Umbria: un evento quindi che riafferma e consolida la vocazione turistica e fortemente ospitale del territorio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cronaca

Come ti frego il pacco lasciato dal corriere… se non sei svelto a ritirarlo

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento