rotate-mobile
Attualità

INVIATO CITTADINO Bomba d'acqua a Civitella, salta la fusione della campana

Dies horribilis a Civitella, aggredita da una bomba d’acqua con annullamento della fusione della campana

Dies horribilis a Civitella, aggredita da una bomba d’acqua con annullamento della fusione della campana. Era l’evento di chiusura, forse il più atteso, in quanto condensa secoli di storia e pulsione identitaria. Non è un caso che alla rievocazione della fusione delle campane partecipi la popolazione civitellese che intercetta nella memoria dell’evento un tratto di storia da strappare all’oblio che tutto massifica e cancella.

L’infaticabile Lamberto Salvatori e i suoi hanno fatto dell’evento il brand e il titolo della loro festa. Ma purtroppo Giove pluvio ha remato contro e la rievocazione è stata giocoforza annullata. “Non si è trattato – racconta un abitante – di una cosa ordinaria. Al contrario, pareva venir giù tutto”. Spiega: “Un torrente in piena scendeva dal cortile del palazzo Baldelli, sedie scaraventate lontano, strutture traballanti. Abbiamo avuto paura”.

Riferisce un abituale frequentatore della kermesse civitellese. “Stavo procedendo verso Civitella con lo scooter, quando mi sono visto venire incontro un fiume di acqua, melma e sassi. Ho girato la moto invertendo la direzione. Pareva che quella massa di acqua e detriti mi inseguisse. Solo a bocce ferme, ho ripreso la direzione, con un po’ di patema”. Aggiunge Ezio Bertoldi, civitellese di persuasa adozione: “Pioveva così fitto che non si vedeva a un palmo dal naso. Guardate il filmato che ho postato su Facebook”.

Danni consistenti (a parte il solito albero caduto) non ce ne sono stati. Ma il fatto è che la giornata di chiusura, tradizionalmente affollata, ha fatto comprensibilmente registrare un calo verticale di presenze. E anche l’aspetto economico non è di poco conto, se è vero che i costi per il noleggio delle strutture è elevatissimo. C’è da augurarsi che i civitellesi non debbano mettere mano alla scarsella.

Il previsto spettacolo “Madonna”, con Caterina Fiocchetti e il violoncellista Andrea Rellini, non è stato annullato, ma semplicemente spostato nella chiesa parrocchiale. Evento di sicuro successo che vede la conferma della pagina della scrittrice rurale Rina Gatti, così in sintonia con l’aspetto storico e antropologico del territorio arnate.

Il presidente Lamberto Salvatori annuncia che la fusione è rinviata ad altra data. Forse anche domenica prossima.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

INVIATO CITTADINO Bomba d'acqua a Civitella, salta la fusione della campana

PerugiaToday è in caricamento