menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Magione, tutela dei boschi: la cooperativa La Marzolana compie 40 anni

Dal 1980 è proprietaria e gestisce 140 ettari di bosco nella frazione di Sant’Arcangelo. Nel nuovo statuto la possibilità di usufruirne come soci sostenitori

“Nel 1980 – ricorda Eolo Fuso, presidente del consiglio di amministrazione della cooperativa che è proprietaria e gestisce i 140 ettari di bosco del Monte Marzolana nella frazione di Sant’Arcangelo – alcuni abitanti capirono il valore della Macchia grande, come allora era chiamata La Marzolana, e proposero una raccolta di adesioni per l’acquisto del bosco, alfine di evitare che quest’immenso patrimonio finisse nelle mani di altri, o nella peggiore delle ipotesi, finisse la sua storia con una colata di cemento”. “Chi vi aderì – prosegue - si costituì in cooperativa, l’atto venne firmato il 21 agosto, avviando subito un piano di assestamento forestale per la tutela e la regolamentazione del taglio della legna. Il piano di assestamento ci ha poi consentito di usufruire di finanziamenti per la realizzazione di sentieri, tagliafuoco, aree ricreative e didattiche, e per migliorare la Cooperativa. Il bosco della Marzolana ha cominciato cosi ad assumere un aspetto molto diverso. Oggi portiamo le scolaresche a visitare l’area didattica della Pienella, raggiungendola tramite il Sentiero della Pace oppure accompagniamo gli amanti della natura fino alla Fonte di Sant’Andrea, restaurata e resa raggiungibile nel 1999. Nel 2014 abbiamo realizzato con il contributo della Regione e dei fondi Europei, la nostra sede nell’annesso agricolo di Ciaffolino. Con il nuovo piano forestale abbiamo inserito nell’albo regionale delle piante monumentali cinque alberi, tra cui il leccio grande , l’Orniello stanco e il Corbezzolo gigante sempre oggetto di grande ammirazione da parte dei visitatori”.

 La manutenzione di tanto spazio ha però un costo che oggi i soli soci fondatori della cooperativa non riescono a sostenere. Per cui a 40 anni dalla fondazione il consiglio di amministrazione ha aggiornato lo statuto sociale e lanciato un appello a tutti i cittadini di Sant’Arcangelo e alle istituzioni locali per chiedere un sostegno economico sotto forma di sottoscrizione come socio sostenitore.


 “Con l’ingresso di diversi soci giovani, in questi ultimi anni, si è assistito ad un vero rinnovamento d’idee e d’iniziative – fa sapere Fuso –che hanno reso la cooperativa la Marzolana più viva e attuale, vedi la Festa di Primavera e l’acquisto di un oliveto e terreno agricolo a Ciaffolino ma queste forze non sono più sufficienti per far fronte alle spese legate alla manutenzione di un luogo unico con possibilità di svago, pace e serenità. Ai soci sostenitori sarà data la possibilità di godere di un fantastico ambiente naturale affacciato sul lago Trasimeno”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

PerugiaToday è in caricamento